Condividi
Le accuse

Indagato l’autista di Miccichè, l’Ars verso procedura disciplinare

martedì 21 Maggio 2024
Gianfranco Miccichè

L’Assemblea regionale siciliana avvierà la procedura disciplinare nei confronti del dipendente Maurizio Messina, assegnato come autista a Gianfranco Miccichè e indagato, assieme al politico, dalla Procura di Palermo per truffa, peculato e false attestazioni. Secondo quanto apprende l’ANSA, l’amministrazione di Palazzo dei Normanni chiederà gli atti all’autorità giudiziaria e non appena li avrà ricevuti aprirà la procedura, che sarà sospesa fino alla definizione del procedimento penale. Come emerge dall’ordinanza del gip, era stato Miccichè a chiedere espressamene all’amministrazione che gli fosse assegnato Messina come autista.

In base al regolamento parlamentare, agli ex presidenti dell’Ars, rieletti come semplici deputati, spetta l’auto blu il cui utilizzo deve essere esclusivamente per motivi di servizio istituzionali. Gli inquirenti accusano Miccichè di avere utilizzato la vettura per motivi privati e di avere attestato false missioni all’autista che nelle ore di servizio, nella tratta Palermo-Cefalù, si sarebbe recato 47 volte in due sale bingo dove sarebbe rimasto anche per 4 ore mentre in altre occasioni avrebbe raggiunto l’abitazione di un’amica a Lascari. A Miccichè è stato imposto il divieto di dimora a Cefalù, dove il politico ha una villa nella zona di Sant’Ambrogio, e all’autista l’obbligo di dimora a Palermo e Monreale.

Secondo l’accusa, l’autista “con artifici e raggiri” su date e orari riportate nelle singole richieste, “servizi di missione da Palermo a Cefalù e viceversa, in realtà non rispondenti al vero”, ha indotto “in errore l’amministrazione dell’Assemblea regionale siciliana destinataria delle predette richieste”, procurandosi “un ingiusto profitto pari a 10.736,75 euro in danno dell’amministrazione, pari alla somma delle indennità di missione indebitamente erogate”.

Inoltre, “con false attestazioni nelle dichiarazioni di missione presentate all’Ars” avrebbe indotto “in errore l’amministrazione” avendo prestato servizio “per un orario inferiore a quello dichiarato, così procurandosi un ingiusto profitto pari a 10.822,02 euro in danno dell’amministrazione, corrispondente alla quota-parte di retribuzione non dovuta per i periodi in cui in effetti il dipendente non ha prestato attività lavorativa, per un totale di 209 ore e 20 minuti”. All’Ars Maurizio Messina ha il ruolo di assistente parlamentare di terza fascia e in quanto autista, assegnato su richiesta di Miccichè il 7 dicembre del 2022, ha diritto a rimborsi.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.