Condividi

Mafia: confiscati beni per 7 milioni a un imprenditore nel Messinese

martedì 12 Ottobre 2021

La Direzione investigativa antimafia ha eseguito un decreto di confisca, emesso dal tribunale di Messina, dell’ingente patrimonio di un imprenditore edile di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), considerato vicino alla famiglia mafiosa che controlla quel territorio. Gli sono stati confiscati 2 imprese edili del Messinese, 21 immobili situati tra la provincia di Messina e Crotone, 9 auto e un motociclo e rapporti finanziari il cui valore complessivo e’ stimato in oltre 7 milioni di euro.

Il provvedimento scaturisce da complesse indagini economico-finanziarie condotte dalla Dia in collaborazione con la procura distrettuale diretta da Maurizio De Lucia.

Col procedimento ‘Gotha VII’ – segnala la Dia – e’ stata confermata la caratura criminale dell’imprenditore, condannato per estorsione aggravata per aver agevolato l’attività dell’associazione mafiosa. Alcuni collaboratori di giustizia l’hanno indicato come interno al gruppo mafioso dei ‘bacellonesi’.

Dalle indagini e’ emerso che le ingenti disponibilita’ economiche e patrimoniali dell’imprenditore non erano giustificate da fonti lecite di guadagno. Secondo gli inquirenti, l’uomo reinvestiva i proventi delle estorsioni.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.