Condividi
A Porto Empedocle

Migranti: nuovi sbarchi a Lampedusa, ripresi i trasferimenti

mercoledì 16 Agosto 2023
foto d'archivio

Quattro sbarchi con complessivi 155 sudanesi, somali, ivoriani, egiziani, nigeriani, e guineani, sono stati registrati durante la notte, a Lampedusa. A soccorrere le carrette, tutte salpate da Sfax in Tunisia, è stata la motovedetta Cp310 della Guardia costiera. Ieri sull’isola c’erano stati 14 approdi con un totale di 531 persone. Anche i nuovi arrivati sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove, al momento, ci sono 2.278 ospiti.

Su disposizione della Prefettura di Agrigento, fra poco la polizia inizierà a scortare, a piccoli gruppi, verso il porto 600 nordafricani che verranno imbarcati sul traghetto di linea Galaxy che giungerà in serata a Porto Empedocle. Stessa destinazione per i 150 che verranno invece spostati in serata. Ieri, cercando di alleggerire le presenze nell’area di pre-identificazione del porto Empedoclino, i trasferimenti da Lampedusa erano stati sospesi dal prefetto.

La Prefettura di Agrigento, è riuscita a trovare 23 pullman per consentire lo spostamento dei migranti, fra cui donne e bambini, verso strutture d’accoglienza della Sicilia e dell’intera penisola. L’area resterà sgombera però per poco perché in serata è previsto l’arrivo dei circa 600 migranti che la polizia sta trasferendo dall’hotspot al porto di Lampedusa dove verranno imbarcati sul traghetto di linea Galaxy. Nell’area di pre-identificazione del porto Empedoclino, lunedì sera, ci sono stati momenti di caos e si è rischiata una rivolta durante la distribuzione, da parte di operatori e volontari della Croce rossa, di panini e bottigliette d’acqua. Ieri, anche per stemperare gli animi e cercare di spiegare alla maggior parte dei presenti che sarebbero stati trasferiti nel giro di poche ore, il vice prefetto Gabriele Barbaro, dirigente dell’ufficio Immigrazione della Prefettura, ha organizzato e fatto una partitella di calcio con i giovani nordafricani presenti nell’area.

Sono già partiti 3 bus per il Piemonte, 2 per l’Umbria, 1 per la Campania e 4 per la Lombardia. A tutti i migranti che salgono sui pullman vengono dati, da operatori e volontari della Croce Rossa, viveri e bottigliette d’acqua. Fino a stasera partiranno – e l’area di pre-identificazione verrà sgomberata degli attuali presenti – altri 2 autobus per la Lombardia, altrettanti per Calabria, Veneto e Liguria, tre per la Toscana, 1 per l’Abruzzo e 1 per la Puglia.

AGGIORNAMENTO

Ore 14:10 – Altri 122 migranti sono sbarcati a Lampedusa dopo che le 3 carrette sulle quali viaggiavano sono state agganciate dalle motovedette della Guardia di finanza. Eritrei, siriani, sudanesi, ivoriani, malesi e guineani, fra cui donne e minori, hanno riferito di essere salpati tutti da Sfax, in Tunisia, pagando da 2.500 a 3mila dinari tunisini. Salgono a 7, con un totale di 277 persone, gli approdi a partire dalla mezzanotte. Anche loro sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove, al momento, ci sono 1.814 ospiti, fra cui 148 minori non accompagnati. Con il traghetto di linea Galaxy che sta viaggiando verso Porto Empedocle (Agrigento), stamani, sono stati trasferiti 586 migranti. Per la serata è previsto, su disposizione della Prefettura, un altro spostamento di 150 persone.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Caruso: “La coalizione gode di ottima salute, al lavoro per gestire le criticità dell’Isola” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della puntata di oggi è Marcello Caruso, segretario regionale di Forza Italia e componente della segreteria nazionale

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.