Condividi

Oltre 600 palermitani partecipano al sondaggio di DiventeràBellissima: “Bocciati Ztl, tram e servizio rifiuti”

mercoledì 27 Novembre 2019
Gazebo in via Magliocco
il Gazebo in via Magliocco

Bocciatura per Ztl, tram, servizi di raccolta rifiuti e trasporto pubblico. Sollecitati più parcheggi e un aumento dei controlli per garantire la sicurezza nelle ore notturne. Pareri in maggioranza positivi, invece, per le pedonalizzazioni e i dehors.

È il responso dell’iniziativa promossa dal Coordinamento cittadino di DiventeràBellissima (guidato da Eduardo De Filippis, Stefania Munafò e Giuseppe Amato) e dal movimento giovanile cittadino (coordinato da Jore Di Prima e Deborah Marino), che con un gazebo in via Magliocco ha raccolto tramite questionari in forma anonima i pareri di oltre 600 palermitani: 30% liberi professionisti, 30% dipendenti pubblici, 25% dipendenti privati e 15% disoccupati.

Dal coordinamento cittadino di DiventeràBellissima sottolineano: “Abbiamo dato voce ai palermitani, perché il nostro metodo è quello di scendere in piazza tra le gente, invece di lanciare critiche da dietro una scrivania. I risultati del sondaggio parlano da soli, manifestando l’insoddisfazione di molti sulla qualità dei servizi pubblici a Palermo. Consegneremo l’esito dei questionari all’Amministrazione comunale. L’auspicio è che ne tenga conto, perché su temi così importanti non si può continuare ad ignorare il parere dei cittadini”.

tram progetto definitivo conf stampaPiù in dettaglio, il 70% dei partecipanti al sondaggio sostiene che le limitazioni al traffico (Ztl, zone blu e precedentemente targhe alterne) hanno prodotto effetti positivi molto limitati, l’80% boccia la qualità del servizio di trasporto pubblico e oltre il 90% sostiene che il tram non abbia ridotto il traffico.

Chiesti a gran voce nuovi parcheggi, così come è auspicata pure la realizzazione della metropolitana.

Bocciato pure il servizio di pulizia nelle strade e solo il 31% dei partecipanti al questionario ha giudicato positivamente la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti.

Ben il 94% reputa pericolosa Palermo nelle ore notturne e in molti sollecitano più controlli dei vigili urbani e il coinvolgimento di vigilantes privati e volontari.

Secondo il 57% degli intervistati le limitazioni del traffico e la pedonalizzazione di alcune arterie favoriscono il commercio. Promossa dal 71% la presenza dei dehors fuori dai locali, mentre l’88% sostiene che il Comune non ha aiutato i commercianti che sono in crisi a causa dei cantieri infiniti.

Sonora bocciatura per lo Sportello unico, l’Ufficio anagrafe e il Sito internet del Comune (parere negativo per oltre l’85%). Inoltre il 91% degli intervistati ha dichiarato insufficiente il decentramento amministrativo nelle circoscrizioni. Infine, il 78% di chi ha partecipato al sondaggio promosso da DiventeràBellissima ritiene indispensabile attivare partenariati tra pubblico e privato per la gestione degli impianti sportivi a Palermo.

 

 

LEGGI ANCHE:

Tram a Palermo, sì o no? Scatta l’ipotesi referendum popolare

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.