Condividi
la quarta giornata di A1

Ortigia resta in testa, vince anche il TeLiMar. Male il Catania: quarta sconfitta consecutiva

domenica 13 Novembre 2022

A termine della quarta giornata di Campionato A1, tra le siciliane, solo l’Ortigia può dirsi veramente soddisfatto. I biancoverdi espugnano anche Genova e si portano in testa alla classifica con Pro Recco e Savona. Vittoria anche per il Telimar che, sempre a porte chiuse, con molta sofferenza, riesce a portare a casa i 3 punti. I palermitani salgono così a 9, portandosi a ridosso delle big e a pari punti con il Brescia, prossimo avversario.

Prosegue invece la striscia negativa del Nuoto Catania che centra la quarta sconfitta consecutiva. Gli uomini di Dato incassano l’ 8-11 dall’Anzio e restano fanalino di coda in classifica. Per i rossazzurri non sarà semplice nemmeno la prossima partita. Sabato 19, alle ore 15.00, in calendario c’è il derby siciliano con l’Ortigia.

TELIMAR

Il TeLiMar batte 18-13, con tanta sofferenza, il Bogliasco. Prestazione non all’altezza dunque per gli uomini di Baldineti, che ammette: “Partita orribile. Abbiamo avuto un approccio sbagliato nei primi due tempi. I giocatori erano deconcentrati, perché pensavano erroneamente di poter vincere facilmente grazie alle individualità“. I ragazzi devono metterci la testa, altrimenti facciamo un passo avanti e due indietro“.

Duro anche il Presidente Giliberti: “Prestazione non all’altezza. Abbiamo rischiato tanto sino a fine terzo tempo, tenendo un mai domo Bogliasco in partita. Abbiamo poi tenuto bene sino alla fine, meritando la vittoria, che ci mantiene nella parte molto alta della classifica“.

Il primo tempo termina 3-2. Il TeLiMar si porta in doppio vantaggio con Irving e Hooper, dalla distanza. Accorcia le distanze il Bogliasco su uomo in più con Gavazzi. I padroni di casa provano ad allungare con Giorgetti dopo un contropiede condotto da Irving, ma gli ospiti restano concentrati e si portano sul 3-2 con Radojevic.

Il secondo tempo vede il TeLiMar sbloccarsi su uomo in più con Irving. Risponde, però, il Bogliasco che si rifà sotto con Brambilla in più e poi si porta in vantaggio sul 4-5 su rigore con Radojevic. Botta e risposta tra le due compagini: Irving in superiorità, poi Guidaldi e ancora Irving, questa volta a uomini pari, per il 6-6. All’intervallo lungo, però, si va con il vantaggio del TeLiMar per la palomba di Giorgetti a 14”.

Cambia passo il TeLiMar, strigliato da Baldineti durante la pausa. Giorgetti in extra player, Hooper che trasforma dai cinque metri e Occhione dal centro provano a scavare il solco sul 10-6. Squadre che si allungano e permettono continui contropiedi. In controfuga Guidaldi per il 10-7. Risponde allo stesso modo Hooper per l’11-7. In 5vs4 è Giorgetti a segnare la rete del 12-7. Ancora Guidaldi, a tu per tu con Jurisic, firma il 12-8. La terza frazione si chiude sul 13-8 per il goal di Del Basso in superiorità.

Gli ospiti non mollano e in avvio degli ultimi otto minuti di gioco accorciano con Puccio e Radojevic per il 13-10. È Irving con una fucilata da posizione tre, a trascinare i palermitani sul 14-10, ma gli uomini allenati da Magalotti restano ancora in partita con Blanchard in più. Nuovo batti e ribatti tra Irving e Brambilla, entrambi in superiorità. Hooper e poi Occhione, in extra player su assist di Giorgetti, permettono al TeLiMar di respirare. Sul finale, le reti di Canepa in più e di Giorgetti su alzo e tiro a 7” fissano il risultato sul 18-13.

ORTIGIA

Finisce 11-8 il match tra l’Ortigia e il Quinto. Unica nota negativa l’infortunio di Pippo Ferrero, colpito duro all’orecchio nel finale del 1° tempo.

Il vantaggio arriva con Ferrero dopo poco più di un minuto. Passano 95 secondi e Vidovic raddoppia a uomo in più, quindi ci pensa Ciccio Condemi, con una palomba a uno contro zero, a centrare il tris. I liguri sono frastornati e Bittarello è costretto a chiamare time-out. La musica però non cambia, l’Ortigia è

Francesco Cassia (foto di Maria Angela Cinardo – Mfsport.net)

attenta e aggressiva in difesa, veloce in ripartenza, e realizza il poker con un rigore di Ciccio Condemi. Nel secondo parziale, c’è la gioia per il gol di Ciccio Cassia, all’esordio stagionale dopo lo stop per infortunio.

Il Quinto prova a scuotersi, ma Nora sbatte due volte su Tempesti, autore di due grandi parate su azione di uomo in meno. Il portierone biancoverde si ripete poi su Ravina, ma deve arrendersi a Nora, che riesce a trovare il primo gol. Di Luciano e Ciccio Condemi fissano il 7-1 di metà gara. Nella seconda parte del match, gli uomini di Piccardo rallentano un po’ e vanno in gestione. Il Quinto diventa meno timido e va in gol tre volte con la doppietta di Ravina e il gol di Di Somma, mentre l’Ortigia segna con Napolitano e la doppietta di Gorrìa Puga (uno su rigore).
Negli ultimi 8 minuti, l’Ortigia perde un po’ di lucidità offensiva e il Quinto ne approfitta per riportarsi sotto con Nora (dai 5 metri), Molina Rios e Di Somma. I biancoverdi rispondono con Ciccio Condemi, ma Molina Rios accorcia ancora. Finisce 11-8 per il club siracusano.

NUOTO CATANIA

La Nuoto Catania è battuta in casa dall’Anzio Waterpolis 8-11. I primi ad andare a segno sono i padroni di casa con Grummy 1-0. Pareggia l’Anzio con Koprcina 1-1. Sul finale arriva il vantaggio degli ospiti 1-2 con Pelicaric.
All’inizio della seconda frazione arriva la rete del n. 10 dell’Anzio Bajic 1-3. Poco dopo è Giorgio La Rosa a realizzare la rete del 2-3. A riportare il match in parità ci pensa Stevie Camilleri 3-3. Dopo un tiro di rigore in favore degli ospiti, respinto da Enrico Caruso, arriva il gol della Nuoto Catania con La Rosa che riporta in vantaggio i rossazzurri 4-3. Poi però l’Anzio riesce a pareggiare con Goreta 4-4. Susak riporta in vantaggio i suoi 4-5 a 30 secondi dal termine della seconda frazione di gioco.
Nella terza frazione è nuovamente l’Anzio a trovare il gol con Koprcina 4-6. La Nuoto Catania reagisce con Privitera che sigla il gol del 5-6. Ma l’Anzio realizza subito dopo il gol del 5-7 sempre con Koprcina. Il capitano rossazzurro Giorgio Torrisi riporta i suoi a meno uno dall’Anzio con la rete del 6-7. L’Anzio trova la rete con Cuccovillo 6-8. Ma la Nuoto Catania è viva e ci crede, Camilleri riporta i suoi sul meno uno (7-8) a due minuti dal termine della penultima frazione di gioco. Anche la terza frazione, così come le prime due, si conclude con un gol di vantaggio per gli ospiti.

Ultima frazione dominata dagli ospiti che vanno a segno prima con Koprcina 7-9, e dopo con Goreta (doppietta) 7-11. Poco dopo la Nuoto Catania conquista un tiro di rigore, sul pallone Camilleri che realizza il gol del 8-11.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.