Condividi

Palermo Calcio, cosa cambia dopo la sentenza della Cassazione?

mercoledì 22 Maggio 2019
palermo calcio rosanero
Foto Fb "U.S. Città di Palermo"

Alla vigilia della sentenza della Corte Federale d’Appello che deciderà il destino del Palermo, arriva la chiusura del filone della giustizia ordinaria. La Corte di Cassazione ha assolto il Palermo Calcio per il caso dell’operazione Mepal – Alyssa sul marchio. Secondo quanto deciso dalla Corte di Cassazione, l’operazione condotta dalla società di viale del Fante è regolare e non già fittizia, come aveva sostenuto l’accusa.

La domanda che i tifosi rosanero si pongono è quindi: cosa cambia adesso per il Palermo calcio in termini di giustizia sportiva?

La risposta è semplice: potrebbe non cambiare nulla. L’ordinamento sportivo è difatti autonomo rispetto a quello ordinario, secondo quanto previsto dalla legge 280/2003. In poche parole la giustizia sportiva decide autonomamente rispetto a quella statale, con proprie leggi e fattispecie correlate.

Certamente l’ordinamento sportivo si pone in continuità rispetto a quello statale, essendo i suoi soggetti comunque sottoposti alle leggi dello Stato, ma ha una sua autonomia. Inoltre il nostro sistema giudiziario è di c.d. civil law, ovvero un sistema in cui la giurisprudenza non è una fonte del diritto, il che lascia i giudici liberi di decidere caso per caso.

Stadio Renzo Barbera PalermoDi sicuro l’apparato legale del Palermo farà pesare, come elemento a proprio favore, la sentenza della Corte di Cassazione, il che potrebbe portare ad una riduzione di pena o all’assoluzione se i legali rosanero riuscissero a dimostrare, attraverso la sentenza della giustizia ordinaria, che il falso in bilancio imputato ai rosanero non sussisterebbe.

Nei giorni scorsi, la società di viale del Fante ha condotto alcune mosse al fine di dimostrare la propria solidità economica, fra cui figura anche l’aumento di capitale di cinque milioni su Sporting Network, controllante del Palermo calcio. La società rosanero sta facendo di tutto per dimostrare la propria innocenza rispetto alla giustizia sportiva.

Nel mentre i tifosi rosanero si apprestano a partire alla volta di Roma per far sentire la propria voce sotto i palazzi della governance del calcio. Basterà tutto questo a salvare il Palermo dal suo atroce destino?

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.