Condividi

Palermo. Disastro corso Tukory: al via i lavori per la fibra ottica, ma la strada era stata appena riparata. “Il Comune sapeva”

martedì 10 Aprile 2018
immagine di repertorio

Da circa dieci giorni corso Tukory è interessato dai lavori per il rifacimento del manto stradale di cui si è occupata la Rap, durante le ore notturne per limitare i disagi alla circolazione stradale. L’opera è stata eseguita fino all’altezza di via G. Arcoleo, mancherebbe l’ultimo tratto che si protrae fino all’Ospedale dei Bambini.

La vicenda è stata seguita sin dall’inizio dall’associazione comitati civici Palermo che si è battuta per anni per richiedere la sistemazione del manto stradale di corso Tukory, che nel frattempo era diventato una “pericolosa mulattiera“.

Finalmente, dopo tante lotte – affermano –  era stato comunicato l’inizio dei lavori e abbiamo constatato che da piazza Giulio Cesare fino all’altezza di via Arcoleo il lavoro era stato fatto, anche se adesso sembra che sia stato interrotto”.

Ieri, infatti, l’amara sorpresa. In quanto, il manto stradale, appena rifatto, è stato nuovamente scavato per la posa della fibra otticaIl Comune sapeva di questi lavori – dicono dall’associazione – ma a quanto pare la Rap SPA, che di fatto è un ufficio interno del Comune, visto che è soggetto a controllo analogo, ne era all’oscuro”.

L’associazione dei comitati civici condanna, dunque, fermamente questo modus operandi che “spreca risorse pubbliche per lavori inutili – per questo chiedono – quanto ammonta il danno economico per le casse del Comune, per lavori che dovevano essere coordinati sin dall’inizio, nonchè il nome del dirigente responsabile di questo grave disservizio.

I lavori per la fibra ottica stanno procedendo anche nel senso inverso, da via Filiciuzza in direzione stazione Centrale “é indispensabile – concludono – che si provveda al coordinamento almeno di questi ulteriori lavori, per consentire il rifacimento del manto stradale nel tratto ancora da sistemare, senza la successiva distruzione, con conseguenti gravi disservizi come quello segnalato”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.