Condividi
Gli eventi

Palermo, presentato il quattrocentesimo anniversario del Festino di Santa Rosalia

lunedì 15 Aprile 2024
Screenshot

Su iniziativa del senatore Raoul Russo, la Sala “Caduti Nassirya” di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica italiana, ha ospitato la Presentazione del 400° anniversario del Festino di Santa Rosalia 1624-2024, alla presenza del sindaco del Comune di Palermo, Roberto Lagalla, del vicesindaco e assessore alla Cultura, Giampiero Cannella.

Quest’anno ricorre, infatti, il quattrocentesimo anniversario dal ritrovamento del corpo miracoloso di Santa Rosalia, patrona della città di Palermo. Simbolo di rinascita e di speranza, la Santuzza sarà celebrata con un ricco calendario di eventi e iniziative culturali che, a partire da maggio, andrà avanti sino ai primi mesi del 2025 coinvolgendo tutto il territorio metropolitano del capoluogo siciliano.

Domani Lagalla e Cannella saranno a New York per presentare il programma. Lagalla ha ricordato come quest’anno ricorra il 400esimo anniversario del ritrovamento delle spoglie di Santa Rosalia, che consentì di sconfiggere la peste che stava decimando la città. L’anno successivo, dopo che una commissione accertò che le spoglie ritrovate erano davvero quelle della Santa, vi fu il primo corteo trionfale il 14 luglio, che da allora si rinnova annualmente.

Roberto Lagalla

“Quest’anno Palermo festeggerà un viaggio iniziato nel 1624 che oggi compie 400 anni di storia e tradizioni. Abbiamo deciso di farlo attraverso un ricco calendario di eventi culturali e spettacoli che avrà inizio il 26 maggio, con la benedizione a Monte Pellegrino della nuova raffigurazione scultorea della Santa. Ringrazio il Presidente del Senato, Ignazio La Russa, e il senatore Raoul Russo per avere ospitato in questa prestigiosa sede istituzionale la presentazione nazionale del quattrocentesimo anniversario del Festino, per la prima volta a Roma, in Senato. Già domani, insieme alla Regione Siciliana, saremo invece a New York, presso la sede del Consolato italiano, per raccontare Palermo e le attività previste per l’anno rosaliano. È certamente un’occasione di rilancio turistico per la nostra città che con una rinnovata identità metropolitana, di respiro internazionale, si racconterà al mondo in modo nuovo. Questa amministrazione, in sinergia con il governo regionale e nazionale, ha lavorato per fare in modo che Palermo fosse pronta a questo importante appuntamento e quindi ad accogliere il notevole numero di visitatori che arriverà nel capoluogo siciliano a partire dalprossimo mese”. Così dichiara il sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Palermo, Roberto Lagalla.

La valorizzazione di questo anno giubilare, ha spiegato Lagalla, vuole “non solo confermare l’atto di fede, ma vuole anche essere la promozione della città, afflitta da pesti moderne che vogliamo superarePalermo vuole cambiare ragione sociale, non piu etichettata in negativo con la mafia. C’è stata un lotta per affermare legalità e trasparenza che va riaffermata giorno per giorno, e che ci spinge a recuperare per la città una dimensione internazionale”.

Giampiero Cannella

“Sarà un intenso anno di festeggiamenti dedicato a Santa Rosalia che vede la partecipazione attiva e sinergica di tutto il territorio. Abbiamo infatti lavorato al programma delle attività grazie al supporto della Curia e alla condivisione delle iniziative con le istituzioni, le Fondazioni, gli ordini professionali, le associazioni culturali, il mondo dell’impresa e dell’artigianato che hanno voluto contribuire a questa dedica corale allacittà di Palermo e alla sua Santa Patrona. Una dedica che la città rivolge anche a se stessa e al lavoro che è stato fatto per raccontare la sua straordinaria storia, tra arte, cultura e tradizioni coinvolgendo anche le periferie cittadine”, dichiara il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Palermo, Giampiero Cannella.

In quest’ottica il tema scelto quest’anno “è la speranza, ed è connesso al fatto che da quelle spoglie mortali si attivò l’intervento salvifico, ed oggi il mondo rischia di essere contagiato da parecchie pesti”, ha concluso Cannella.

A conclusione della presentazione, il monologo dell’attore palermitano Salvo Piparo dedicato a Santa Rosalia.

 

GLI EVENTI PREVISTI

Il Comune e insieme la Città Metropolitana di Palermo presentano un fitto calendario di intrattenimento tra spettacoli, mostre, concerti,percorsi enogastronomici, convegni e cammini spirituali attraverso cui la città di Palermo e il suo territorio si racconteranno ai visitatori durante l’anno rosaliano. Una narrazione a più voci che renderà omaggio all’inestimabile patrimonio culturale, storico e paesaggistico di Palermo, abbracciata dal mare e protetta da Monte Pellegrino, dove risiede il santuario di Santa Rosalia, rinomata meta di pellegrinaggio per i fedeli.

L’appuntamento con la tradizione arriva il 14 luglio con “Il Festino di Santa Rosalia”: quattro tappe nel cuore di Palermo tra immagini, musica, esibizioni artistiche evocative dedicate alla Santuzza che sfila a bordo di un Carro allegorico che quest’anno racconterà la Speranza attraverso spettacoli inediti e di grande attrazione. Ogni anno migliaia di fedeli e visitatori arrivano da tutto il mondo per partecipare al corteo che inizia il suo percorso da Palazzo Reale, per poi sostare davanti la Cattedrale, attraversare i Quattro Canti e giungere sino a Porta Felicedove si svolge lo spettacolo finale, concluso dai tradizionali fuochi d’artificio.

Il giorno dopo, 15 luglio, invece si svolge la Solenne processione lungo in Cassaro nel giorno del ritrovamento delle spoglie mortali della Santuzza (15 luglio 1624).

santuario di Santa Rosalia“L’acchianata delle Rosalie” si percorre nella notte tra il 3 e il 4 settembre lungo la Scala Vecchia che, dai piedi di Monte Pellegrino, conduce al Santuario di Santa Rosalia. Anche in questa data migliaia di devoti si riuniscono per condividere un momento di preghiera e di festa.

A fare da corollario a questi importanti appuntamenti, si aggiungono numerosi eventi nei luoghi più suggestivi della città, tra mostre, esibizioni, musica, degustazioni e momenti di riflessione. Tutte le iniziative che andranno a comporre il programma saranno inserite nel sito ufficiale www.ilfestinodisantarosalia.it

Previsti altri appuntamenti  che continueranno sino ai primi mesi del 2025, con eventi anche in altri comuni siciliani.

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Bar Sicilia, Elena Pagana: “Parco dell’Etna e riserve, ecco cosa stiamo facendo per l’ambiente” CLICCA PER IL VIDEO

Dalle politiche per la fruizione dei parchi alle attività dell’Arpa fino alla pianificazione, ospite di Bar Sicilia è l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Elena Pagana

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.