Condividi
la procura aveva chiesto l'ergastolo

Palermo, uccise l’ex della fidanzata per gelosia: condannato a 18 anni

martedì 6 Dicembre 2022

È stato condannato a 18 anni di carcere in abbreviato Michele Mulè, 29 anni accusato dell’omicidio di Benedetto Ferrara, 26 anni, avvenuto in piazza Duomo, a Camporeale, la sera del 16 ottobre 2020 a seguito della sentenza della corte d’assise di Palermo presieduta da Sergio Gulotta.

La procura aveva chiesto l’ergastolo. La Corte ha però escluso l’aggravante dei motivi futili e della premeditazione e, quindi, ha concesso la riduzione prevista per il rito abbreviato. Il pm aveva contestato queste aggravanti che alla luce della recente riforma impedivano la definizione del processo nelle forme del rito abbreviato.

Mulè è difeso dagli avvocati Raffaele Bonsignore e Francesco Foraci. Alla famiglia della vittima che si è costituita parte civile i giudici hanno riconosciuta una provvisionale di 300 mila euro. Mulè era stato fermato poco dopo il delitto. Ferrara sarebbe stato ucciso per gelosia nei confronti di una ragazza che era stata fidanzata con la vittima. Qualche settimana prima dell’omicidio, la ragazza aveva ripreso a frequentare Mulè, col quale aveva avuto i in precedenza una storia durata due anni. La giovane ha spiegato che Ferrara non si sarebbe mai rassegnato alla fine del loro rapporto ed avrebbe iniziato a seguirla e anche ad insultarla per strada.

Dopo il delitto, Mulè aveva poi chiamato i carabinieri, ai quali aveva consegnato anche il revolver utilizzato per uccidere Ferrara con tre colpi. Secondo l’accusa, quella sera Ferrara non avrebbe fatto nulla per scatenare la violenza dell’imputato e l’arma sarebbe stata recuperata da Mulè già due mesi prima dell’omicidio e da qui l’ipotesi della premeditazione. La difesa ha invece sempre portato avanti la tesi opposta: si sarebbe trattato di “un concitato gesto“, commesso “verosimilmente per un’improvvisa e balorda crisi di gelosia“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Relazione Antimafia regionale all’Ars, Cracolici: “L’obiettivo è far sentire il fiato sul collo a Cosa Nostra” CLICCA PER IL VIDEO

Il presidente della commissione Antimafia siciliana, Antonello Cracolici, ha presentato all’Ars la relazione sull’attività della commissione a un anno dal suo insediamento

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.