Condividi
Curiosità sui cani

Perché i nostri pelosetti amano leccarci?

mercoledì 5 Giugno 2024
Leopoldo

I nostri cani, gli adorati bimbi pelosi, amano leccarci. Quali sono i motivi? Anche se abbiamo un bulldog francese, il mio si chiama Leopoldo, dobbiamo ricordare che tutti discendono dai lupi e nei branchi il cucciolo lecca il muso della sua mamma perché chiede cibo. I nostri cani, quindi, hanno una memoria genetica e ancestrale inscritta in loro.

Leccarci può essere una manifestazione d’affetto, il volersi prendere cura di noi, soprattutto nei momenti difficili che comprendono, riuscendo a vedere non solo le ferite visibili, ma anche quelle cristallizzate dentro e, proprio come la sua mamma faceva con loro, i pelosetti faranno con noi, tranquillizzandoci che tutto può mutare, ma mai il loro amore nei nostri confronti.

Potrebbe essere legato a un suo bisogno del tipo: dammi attenzioni , sono stressato, ho paura, ti voglio bene, ho fame. I nostri piccoli, anche da grandi restano tali, sono molto espressivi:  nel caso del Bulldog francese, però, i loro dolcissimi occhi tradiscono una tristezza che non sempre provano e, quindi, inutile angosciarci e domandarci dove abbiamo sbagliato. La loro comica faccetta vira sempre verso un broncio  da “Confuncio“, nomignolo geniale che ha dato a Leopoldo mia sorella.

Ricordiamoci che abbiamo a che fare con degli eterni bambini, che dobbiamo imparare a comprendere, parlando nella loro lingua.

Chiudo con Konrad Lorenz che, considerato il fondatore della moderna etologia scientifica, premio Nobel nel 1973 per la medicina e la fisiologia, a proposito dei nostri compagni di vita a quattro zampe, ha scritto: “Non crediate che sia crudele tenere un cane in un appartamento cittadino: la sua felicità dipende soprattutto dal tempo che potete trascorrere con lui, dal numero di volte che vi può accompagnare nelle vostre uscite… Al cane non importa nulla aspettare per ore ed ore davanti alla porta del vostro studio, se poi ne avrà in premio dieci minuti di passeggiata al vostro fianco. Per il cane l’amicizia personale è tutto. Ricordate però che in questo modo vi assumete un impegno tu, tutt’altro che lieve, perché dopo è impossibile rompere l’amicizia con un cane fedele, e darlo via equivale ad un omicidio”.

Prima di prenderne uno, quindi, riflettiamo perché sarà l’amore della vita, un legame che ci cambierà in meglio e che mai dovremo mettere in discussione.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.