Condividi

Ragusa Latte non paga gli allevatori. Buco da 14 mln

domenica 1 Gennaio 2017

Un buco da circa 14 milioni di euro, un’indagine della Guardia di finanza e le proteste dei 200 allevatori affiliati alla Cooperativa Ragusa Latte che per mesi hanno conferito la materia prima senza ricevere alcun pagamento. Sono questi gli elementi principali di quello che si prefigura come un crac che rischia di far fallire una delle più importanti aziende nel settore caseario presenti nel Mezzogiorno. Una realtà produttiva composta da tante piccole imprese radicate nel territorio della Sicilia orientale che, tra lavoratori diretti e indiretti, garantisce occupazione a centinaia di persone.

 

ragusa-latteAdesso gli allevatori pretendono chiarezza e celerità dagli organi inquirenti ed è per questo che dal 3 gennaio inizierà la mobilitazione. Secondo loro, dalle notizie trapelate a seguito dell’indagine condotta dalla Guardia di finanza, pare che ci siano delle forme di speculazione. Il consiglio di amministrazione della Ragusa Latte è composto da 5 soci-allevatori. Nell’aprile del 2015 qualcuno ha chiesto le dimissioni del Cda, successivamente è nata un’altra società a latere, la “Natura qualità” di Francesco Dirascia, ex dipendente della Granarolo di origine pugliese.

 

“Tutto questo avviene – dice il parlamentare Alessandro Pagano di ‘Noi per Salvini’ che ha presentato un’interrogazione parlamentare – nel silenzio e nell’inerzia dei sindacati, dell’assessore regionale alle Politiche Agricole Antonello Cracolici e del ministro Maurizio Martina. La “Ragusa Latte”, è la più grossa cooperativa siciliana di raccolta e commercializzazione di Latte che rischia di chiudere i battenti”.
Per Pagano “si rischia un altro crac come quello della Parmalat, ma nessuno muove foglia”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.