Condividi

Rap, approvato il bilancio del 2019. Orlando: “Garantiamo gestione pubblica sui rifiuti”

lunedì 13 Luglio 2020
RAP-RIFIUTI-MUNNIZZA-

Venerdì pomeriggio, alla presenza dell’assessore Sergio Marino in rappresentanza del Comune, socio unico dell’azienda, si è svolta l’assemblea ordinaria dei soci di RAP, convocata dal Presidente Giuseppe Norata per l’approvazione del bilancio Esercizio 2019. Erano presenti i componenti del CdA Alessandra Maniscalco Basile e Maurizio Miliziano e il Direttore Generale Roberto Li Causi. Il bilancio si è chiuso con un utile di esercizio pari a poco più di 15 mila euro, grazie ad alcuni fattori concomitanti.

In particolare, tre elementi hanno principalmente contribuito al risultato:

-il contenimento dei costi operativi, in particolare quelli relativi al personale (da 88 a 85 milioni), sceso a fine 2019 a 1.800 unità confermando il costante decremento fin dalla costituzione dell’azienda (i dipendenti erano infatti 2.350 nel 2014); conseguentemente, scende anche l’incidenza dei costi di personale sul totale dei costi, arrivando al 60% che è il risultato più basso da quanto l’azienda RAP è nata.

– l’aumento della TARI per 7 milioni grazie alla lotta all’evasione che ha permesso di individuare centinaia di migliaia di metri precedentemente non dichiarati, quindi senza un aggravio delle tariffe per le singole famiglie;

– il riconoscimento di un contributo straordinario per gli “extra-costi” sostenuti dall’azienda per il conferimento dei rifiuti in altre province dopo la chiusura della VI vasca di Bellolampo.

A fronte di un non significativo incremento del debito verso i fornitori (circa il 10% in più rispetto al 2018), si registra un ottimo recupero nel campo dei debiti tributari che passano da 9 milioni a 4 milioni circa, dei debiti verso istituti previdenziali che passano da 11 milioni a 6 milioni circa e dei debiti verso altri che passano da 9 milioni a 6 milioni circa.

Un miglioramento è registrato anche sul fronte dei crediti, in particolare verso il Socio Comune di Palermo, passati da 55 a 51 milioni e a cui corrisponde anche una maggiore regolarità dei pagamenti.

A commento dell’approvazione del bilancio, il Sindaco Leoluca Orlando ha dichiarato che:

La scelta politica di garantire la gestione pubblica dei rifiuti si conferma quella più giusta, anche sotto il profilo finanziario ed aziendale, sottolineando la possibilità e la correttezza di un percorso pubblico virtuoso alternativo a scelte regionali che hanno in passato puntato sul ruolo dei privati. Adesso, anche grazie al contratto per 15 anni, non vi sono più alternative alla garanzia di servizi efficienti per i cittadini e per la città.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Marino, che sottolinea come “adesso vi sono tutti gli elementi per puntare senza più ostacoli sulla differenziata, sul sistema premiante per i cittadini virtuosi, sul piano di spazzamento meccanizzato e manuale, sull’avvio di un percorso aziendale che miri a ridurre il rifiuto attraverso percorsi di riuso.”

Infine, per il Presidente Giuseppe Norata ed il Direttore Roberto Li CausiLe cifre di questo bilancio confermano la capacità di contenimento dei costi ed allo stesso l’importante recupero delle posizioni debitorie dell’azienda, entrambi elementi importanti per guardare avanti anche per un miglioramento dei rapporti con fornitori ed istituti di credito. Il bilancio 2019 arrivato a poche ore dall’approvazione del nuovo contratto di servizio quindicennale consente di guardare al futuro, chiamando ovviamente la dirigenza e tutta la RAP ad assumere la responsabilità di un miglioramento del servizio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole, riscaldamenti e pulizia: dai minisindaci le segnalazioni alla II circoscrizione CLICCA PER IL VIDEO

Fotografare lo stato di salute delle scuole elementari della II circoscrizione di Palermo attraverso lo sguardo attento degli stessi alunni. E, allo stesso tempo, avvicinare i più piccoli alla politica, spiegando come funziona la macchina amministrativa.

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.