Condividi

Regionali, la lista Cento Passi a Messina. Fava: “Continueremo l’impegno nell’antimafia all’Ars”

sabato 10 Settembre 2022

Sanità, rifiuti, dispersione scolastica, non sono voci dell’emergenza ma terreni sui quali misurarsi per risolvere le criticità. Noi distinguiamo per la qualità delle nostre proposte a sostegno di Caterina Chinnici candidata alla presidenza della Regione”, così Claudio Fava in occasione della presentazione della lista Cento Passi per la Sicilia nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Ad introdurre i lavori è stata la deputata uscente di Articolo Uno Maria Flavia Timbro che ha evidenziato come la lista sia “la conferma di un impegno iniziato nel 2017 che rimane un punto di riferimento non solo per il campo progressista ma per tutta la società siciliana”. Maria Flavia Timbro, indicata nella squadra di Chinnici in caso di vittoria, nelle scorse settimane con una lettera ha reso nota l’indisponibilità alla candidatura alle Politiche motivandone la scelta.

Claudio Fava ha poi sottolineato come la comunità politica dei Cento Passi sia stata un elemento decisivo nella costruzione dell’opposizione al Governo Musumeci e ai lavori della Commissione Regionale Antimafia.

“Un contributo competente ed appassionato dai territori – ha spiegato Fava, capolista a Messina, Catania e Palermo – un racconto collettivo nel quale confluiscono tante parti di una Sicilia possibile, l’impegno nella amministrazioni, l’impegno nel civismo e nella politica territoriale”. “Queste donne e questi uomini che, in questi anni, hanno costruito, hanno militato, hanno rappresentato sono le donne e gli uomini che animano le liste del Cento Passi, in provincia di Messina e in tutta la Sicilia”.

Ciclo dei rifiuti, questione minorile e giovanile, sanità e beni comuni, scuole e fruizione del patrimonio culturale sono questi i temi a cui i Cento Passi intendono dare risposte concrete sostenendo alla Presidenza Caterina Chinnici.

Sono seguiti, gli interventi delle candidate e delle candidate che hanno evidenziato motivazioni e caratteristiche del proprio impegno.

In conclusione dei lavori, Claudio Fava ha fatto presente come, in caso di vittoria di Caterina Chinnici, sarà fondamentale, all’interno della squadra di governo, poter contare su Maria Flavia Timbro la cui esperienza e competenza rappresentano un punto in prescindibile per realizzare concreti percorsi di cambiamento.

Continueremo il lavoro parlamentare all’Assemblea regionale nel campo dell’antimafia, dove io ero l’unico rappresentante, e ci presentiamo cinque anni dopo con un maggiore radicamento nel territorio”.

I candidati a Messina: con Fava capolista, anche un altro giornalista fondatore della testata “I Siciliani”, Riccardo Orioles, e il segretario provinciale di Articolo Uno Domenico Siracusano, l’esponente del movimento “Città Aperta” di Barcellona Pozzo di Gotto, Antonio Mamì, e la critica d’arte Mariateresa Zagone. E ancora: Giuseppe Cannistrà, già sindaco per due mandati del Comune di Monforte San Giorgio; Nella Foscolo, insegnante e dirigente della Flc Cgil; Katia Gussio, insegnante dalla vocazione ecologista e componente di “Teacher for Future”.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.