Condividi

Rifiuti, boom di discariche abusive in province di Agrigento

venerdì 26 Ottobre 2018

I carabinieri di Agrigento hanno scoperto 12 discariche abusive nell’ambito di un maxi controllo ambientale in città e in tutta la provincia contro il fenomeno degli abbandoni di rifiuti.

Cinque denunce, quattro multe e sono state sequestrate oltre dieci tonnellate di rifiuti di vario genere. In via Altieri è stato individuata una persona intenta ad abbandonare in modo illecito rifiuti solidi urbani, subito multato per 600 euro; in via Caruso, lungo la strada statale 118 e lungo la strada statale 189, i Carabinieri hanno individuato e sequestrato complessivamente tre discariche abusive in aree pubbliche, contenenti alcune tonnellate di rifiuti urbani non differenziati. A Villaseta di Agrigento, in via concordia, i Carabinieri hanno individuato e sequestrato una discarica abusiva di circa 50 mq, contenente rifiuti urbani non differenziati.

A Villaggio Mosè di Agrigento, in via Giacinti, i Carabinieri hanno scoperto una discarica abusiva di circa 600 mq, contenente rifiuti speciali pericolosi e rifiuti solidi urbani. A Porto Empedocle sono stati beccati e denunciati per “trasporto illecito di rifiuti” 4 individui, sorpresi in quella via Vittoria mentre stavano trasportando, senza autorizzazione, oltre due quintali di rifiuti urbani. Inoltre, in località Cannelle, i militari hanno sequestrato una discarica abusiva di circa 600 mq, in area demaniale marittima, contenente una decina di tonnellate di rifiuti speciali.

A Siculiana, in località Garebici, i militari hanno individuato e sequestrato una discarica abusiva estesa circa 250 mq, contenente rifiuti speciali pericolosi, carcasse di animali e rifiuti solidi urbani; poi in località Cantamattino, è stata sequestrata un’altra discarica abusiva estesa circa 300 mq, contenente rifiuti speciali pericolosi e rifiuti solidi urbani. A Realmonte, località Fauma, è stata scoperta e sequestrata una discarica abusiva di 50 mq, contenente rifiuti urbani non differenziati.

A Raffadali, i Carabinieri hanno denunciato un imprenditore del luogo, 59 enne, per illecita gestione di rifiuti, il quale aveva realizzato, in contrada rognosa, in un suo fondo di proprietà, una discarica abusiva contenente rifiuti speciali non pericolosi, estesa per circa 500 mq.

A Favara, in Contrada pioppo, i Carabinieri hanno scoperto e sequestrato circa 4.000 mq di discarica abusiva in area pubblica, contenente un ingente quantitativo di rifiuti speciali pericolosi e rifiuti solidi urbani non differenziati; poi in contrada San Benedetto i militari del Centro anticrimine natura hanno multato tre individui che avevano abbandonato vari rifiuti, identificati attraverso alcuni documenti rinvenuti all’interno dei cumuli di materiali abbandonati.

Sull’isola di Linosa, in localitàpozzolana di ponente, i Carabinieri hanno scoperto e sequestrato una discarica abusiva estesa per circa 800 m.q., contenente un ingente quantitativo di rottami di vetture, cumuli di inerti, contenitori in ferro ed in plastica.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.