Condividi

Sigilli agli Adamo, imprenditori vicini al latitante con la passione per la politica

venerdì 3 Febbraio 2017

 

Sigilli per il patrimonio degli Adamo, imprenditori originari di Castelvetrano con le mani in pasta nella politica locale. Un sequestro che supera i 5 milioni e mezzo di euro richiesto dalla Dda di Palermo. Ad eseguirlo, su disposizione del Tribunale misure di Prevenzione di Trapani, sono stati gli agenti della Dia. Gli imprenditori sono Marco Giovanni ed Enrico Maria Adamo, padre e figlio, di 71 e 42 anni, originari di Castelvetrano. Il valore dei beni posti sotto sequestro supera i 5 milioni di euro: appartamenti, terreni, conti bancari, automezzi, un’imbarcazione da diporto e tre aziende. Anche i redditi d’impresa sono stati considerati illeciti perché realizzati avvalendosi di metodi mafiosi.

dr-enrico-maria-adamo-1

L’impresa degli Adamo si occupa di movimento terra, con appalti in grandi opere quali le condotte nella diga Delia di Castelvetrano, il metanodotto tra Menfi (Agrigento) e Mazara del Vallo (Trapani) e l’Acquedotto Montescuro Ovest. Dalle risultanze giudiziarie degli ultimi decenni, Marco Giovanni Adamo avrebbe usato metodi mafiosi nei confronti delle aziende concorrenti, potendo contare sull’appoggio del boss latitante Matteo Messina Denaro. Il giovane Adamo fino a pochi mesi fa sedeva nel consiglio comunale di Castelvetrano, prima come consigliere (eletto con Futuro e Libertà) e poi come assessore.

Temendo di poter essere raggiunto da provvedimenti giudiziari, l’imprenditore 71enne lasciò l’incarico di amministratore delle aziende di famiglia al figlio Enrico Maria. Marco Giovanni era infatti a stretto contatto con il referente imprenditoriale di Cosa Nostra, Lorenzo Cimarosa, morto lo scorso mese, e con le sue imprese nei lavori del centro comunale polifunzionale di Castelvetrano, formalmente aggiudicati da un’impresa ragusana, poi colpita da provvedimento interdittivo della prefettura di Trapani.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.