Condividi

Si conclude “Nebrodi… che spettacolo!”, due giorni alla riscoperta del giacimento culturale dei monti | FOTO

venerdì 2 Luglio 2021

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Venticinque qualificati giornalisti, per un totale di 28 testate dei settori culturale, enogastronomico e del turismo, sia della carta stampata sia del web di livello nazionale e regionale: questi sono i numeri delle presenze registratesi per l’iniziativa adottata dal GAL Nebrodi Plus “Nebrodi….che spettacolo!”, patrocinata dall’Assessorato Regionale del Turismo, del Sport e dello Spettacolo, tenutasi sul territorio nebroideo nei giorni 29 e 30 giugno 2021.

Ed è stato vero spettacolo quello andato in scena nel tardo pomeriggio del 29 giugno nella magica cornice della Villa Piccolo di Capo d’Orlando, sede della omonima Fondazione. Non poteva infatti esservi un più indicato palcoscenico per intessere l’affascinante racconto, condito da intelligente ironia, di 15.000 anni di storia, da quel grande e simpatico affabulatore che è lo storico Gaetano Basile.

Districandosi, infatti, tra miti, leggende, vicende e personaggi fantastici o reali, Basile ha avuto modo di mettere in adeguata evidenza, facendo ricorso anche a qualche costruttiva provocazione, la ricchezza e l’importanza dei valori culturali, delle produzioni agricole, della gastronomia, dell’enologia, del turismo culturale, naturalistico ed esperienziale, diffusamente presenti sul territorio nebroideo. Complice e sapiente compagno nelle scorribande storico-culturali di Basile il cantautore Marcello Mandreucci il quale, con la sua discreta eleganza e la sua sensibilità interpretativa, ne ha sostenuto la narrazione con appropriati contrappunti musicali.

In precedenza, nel primo pomeriggio, i giornalisti erano “approdati”sulle coste nebroidee al Porto Turistico di Capo d’Orlando, dove sono stati accolti dal presidente del GAL Francesco Calanna e dalla direttrice del Porto Enza Di Raimondo che, in particolare, ha potuto illustrare la valenza di questa importante infrastruttura del turismo nautico.

La serata a villa Piccolo si è poi conclusa con una significativa degustazione di pietanze a base, soprattutto, di verdure ed ortaggi di stagione interpretate dallo chef Nunzio Campisi dell’”Antica Filanda” di Capri Leone e con il singolare ed apprezzatissimo gelato dedicato alla figura della baronessa Agata Giovanna Piccolo, utilizzando un infuso di petali di rosa, gelsomini e profumi di agrumi, sulla scorta dei personali ricordi del maestro gelatiere Maurizio Cucinotta della gelateria “Sapore di sale” di Capo d’Orlando.

La successiva giornata del fam tour (Familiarisation Trip o Tour – Viaggio di familiarizzazionequesto ilsignificato concreto dell’iniziativa adottata dal GAL), ha avuto come scenario il territorio dei Nebrodi con due viste guidate nei centri storici di Naso e Ficarra, due tra i più espressivi e  qualificati centri urbani del comprensorio, dove i giornalistisono rimasti particolarmente segnati dalla straordinaria, generosa ed intelligente ospitalità che ha consentito di “toccare” con mano l’enorme valore delle testimonianze urbanistiche, storico architettoniche ed etnico-identitario, nonché le vivacità culturali custodite ed espresse da quelle Comunità.

Un altro significativo momento di accoglienza è stato quello dell’arrivo della carovana presso il resort Villa Miraglia, dove il sindaco di Cesarò, interpretando il ruolo di padrone di casa, ha avuto modo di rivolgere un caloroso saluto ed un ringraziamento a tutti i presenti. Ha fatto poi seguito il previsto cooking show a cura del giovane chef Gianluca Barbagallo del Resort impegnato a valorizzare le produzioni agroalimentari locali con originali e sorprendenti accostamenti di sapori, accompagnati da vini nebroidei ed etnei.

Particolarmente efficace e suggestivo il vero e proprio concerto di figure artistiche del calibro di Oriana Civile, di Nino Nobile e di Antonio Smiriglia, che li ha visti per la prima volta riuniti insieme, andato in scena nel naturale e fiabesco palcoscenico del bosco della Miraglia. Molto emozionante l’atmosfera che si è venuta a creare grazie all’affinità, alla levatura artistica degli interpreti ed all’originalità delle loro creazioni ed elaborazioni, veri ed autentici capolavori di world music, che hanno profondamente emozionato e coinvolto tutti gli ospiti del resort.

Una vera e propria festa finale conclusasi con la rinfrescante degustazione di granita di limone all’acqua di mare ed al gelato alla nocciola del maestro gelatiere Pietro Di Noto che riesce sempre ad essere piacevolmente sorprendente. Particolarmente soddisfatto il presidente del GAL Francesco Calanna il quale si è dichiarato molto soddisfatto della innovativa formula organizzativa del fam tour utilizzata nell’occasione “che ha consentito, insieme alla facile ed efficace comunicazione dei valori rappresentati in questo importantissimo giacimento culturale rappresentato dal comprensorio dei 42 comuni del GAL Nebrodi Plus, di identificare e definire meglio l’identità territoriale nebroidea.

Ha avuto anche il senso della riscoperta o, se si vuole, della rivelazione della esistenza di una nuova importante destinazione turistica, fruibile, integrata e matura la cui percezione, in quest’ultimi anni, è apparsa gravemente affievolita e distratta da altri aspetti che hanno avuto, purtroppo, dominanza nei fatti di cronaca. Il recupero di una percezione in chiave di nuova destinazione turistica potrà giovare non poco all’economia ed alla cultura dell’intero comprensorio del GAL. Tale aspetto rappresenta importante momento delle politiche gestionali del GAL che intende ricercare ulteriori occasioni per insistere e rilanciare tale fondamentale tema, con il concorso ditutte l Comunità ivi rappresentate”. “Alle prossime occasioni!” è stato il saluto rivolto da Francesco Calanna, con gratitudine, a tutti i giornalisti che hanno accolto l’invito del GAL Nebrodi Plus.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.