Condividi

Si diploma a 66 anni con il massimo dei voti: la storia di Calogero, il carpentiere di Sciacca

giovedì 25 Giugno 2020

Si è presentato alla commissione d’esame molto sereno e sicuro di sé Calogero Cantone, il 66enne di Sciacca che lo scorso 19 giugno ha conseguito la maturità con il massimo dei voti presso l’Istituto alberghiero Calogero Amato Vetrano.

Niente di particolare, ma tutto eccezionale”, sono state le sue prime parole per commentare un traguardo comunque speciale, raggiunto dopo aver frequentato con dedizione il corso serale dell’indirizzo Enogastronomico e Ospitalità dell’istituto saccense, in compagnia di altri 15 studenti lavoratori, tutti più giovani di lui.

Mi sentivo strano all’inizio, però sapevo di poter offrire qualcosa anch’io con il mio vissuto. – ha raccontato il neodiplomato di Sciacca – I docenti hanno capito subito che non andavo a scuola per riscaldare la sedia, mi hanno accolto e trattato con grande professionalità e serietà. Li adoro. Tornassi indietro, rifarei tutto!”.

In questo tutto non c’è solo un 100 su 100 dettato dall’amore per la buona cucina e la passione per i vini, ma anche un uomo nato carpentiere, con alle spalle sacrifici e lavori per le ferrovie, opere pubbliche e lavori di restauro in giro per la Sicilia; oggi Calogero, titolare di un’impresa commerciale, è felicemente sposato e padre di tre figli, i suoi “gioielli”, e non ha mai perso la consapevolezza che la conoscenza è un tesoro, ma la pratica è la sua chiave.

Possiamo imparare nuove cose in ogni momento della nostra vita, e non è mai troppo tardi per credere nei propri sogni. Enologia, Diritto, Scienza e cultura dell’alimentazione. In questi anni di studio non mi sono mai annoiato, anzi ne volevo sempre di più. Per me è stato un arricchimento personale”, ha concluso Calogero Cantone, che un domani non gli dispiacerebbe vedersi tra i banchi del conservatorio, per coltivare un’altra sua grande innata passione: la musica.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.