Condividi
La nomina

Sottosegretari governo Meloni: c’è Matilde Siracusano. Unica siciliana

lunedì 31 Ottobre 2022

Il suo nome circolava già da giorni, era tra i papabili, sebbene indicata come sottosegretario al ministero del Sud. La messinese Matilde Siracusano, al suo secondo mandato, rieletta in Forza Italia, vede premiato il suo impegno, ed è stata nominata sottosegretario ai rapporti col Parlamento (ministero senza portafoglio).

“Sarà un grande onore servire il Paese oltre che da parlamentare della Repubblica anche attraverso il prestigioso ruolo governativo di sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento. Sono felice e avverto la responsabilità per l’importante incarico che andrò a ricoprire- ha dichiarato Matilde Siracusano- Ringrazio il presidente Silvio Berlusconi e tutto il mio partito per la fiducia riposta in me.  Sono pronta a collaborare con il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, con tutto l’esecutivo, e in particolare con il ministro Luca Ciriani, per far ripartire l’Italia, per dare risposte ai cittadini e alle imprese, per far viaggiare speditamente riforme e leggi sui binari parlamentari di Camera e Senato. Il Parlamento, negli ultimi anni spesso messo ai margini, dovrà tornare ad essere centrale nel processo legislativo e nel sostegno all’attività del governo. La maggioranza di centrodestra, nei prossimi mesi e nei prossimi anni, dimostrerà la bontà della scelta compiuta dagli italiani lo scorso 25 settembre”.

Nel corso del primo mandato la parlamentare azzurra si è a lungo battuta per una serie di tematiche che riguardano la Sicilia, oltre alle criticità del sistema giustizia. Priorità al Ponte sullo Stretto (più di una volta ha battibeccato con il ministro Giovannini che sul tema ha fatto melina per non dire chiacchiere), ma un ruolo di primo piano Matilde Siracusano l’ha avuto nel portare all’attenzione del Parlamento la problematica delle baracche, portando a casa la legge sul risanamento. Sempre presente in Aula, pur essendo dal 2018 al 2022 al primo mandato non ha mai esitato ad essere battagliera nei numerosi interventi durante i governi Conte e poi con Draghi. Sicuramente un ruolo meritato quello di sottosegretario ma il governo Meloni, almeno per come sta muovendo i primi passi è inequivocabilmente a trazione nordista. La Sicilia che pure è stata un vero e proprio bacino di voti non si è visto adeguato riconoscimento nei ruoli chiave.

L’ex presidente Musumeci ha sì avuto un ministero pesante come quello al Sud, ma di fatto senza portafoglio e limitato da deleghe di altre ministeri. L’unica sottosegretaria siciliana è per l’appunto Matilde Siracusano ed anche in questo caso non certo in un ministero chiave. Non è un buon modo per iniziare.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.