Condividi

Tutte le partite ‘calde’ del governo regionale tra speranze e difficoltà

mercoledì 28 Febbraio 2018

La partita delle scelte del governo regionale si giocherà anche sul commercio, l’artigianato e l’industria.

Tra le linee di programma dell’esecutivo guidato da Musumeci comincia a trovare una posizione definita  la questione dell’accesso al credito.

Non a caso il governo siciliano, a quanto pare, sta cominciando a ripensare al ruolo di IRFIS, CRIAS e IRCAC, ipotizzando una sola struttura per il credito alle piccole ed alle medie imprese siciliane.

In dubbio il ruolo dell’IRSAP, a livello di funzioni, rispetto al passato, a sostegno delle imprese.

Per la riconversione dell’Area industriale di Gela, l’esecutivo sembra orientato a mantenre alto il livello della collaborazione tra ENI, amministrazione comunale di Gela e Regione Siciliana.

Sul piatto potrebbero esserci  iniziative per lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali nell’area, legate principalmente alla sperimentazione di nuove tecnologie in ambito ambientale e all’applicazione delle fonti energetiche rinnovabili, favorendo la ricollocazione dei lavoratori. Servirà inoltre tutto l’impegno dell’Amministrazione regionale per la definitiva risoluzione della crisi che ha investito l‟intera area di Termini Imerese, rilanciando nuove attività all’interno dell’ex stabilimento FIAT.

Tra gli interventi da realizzare con le risorse del Patto per il Sud trovano posto i progetti nelle aree di crisi complessa quali Termini Imerese e Gela, il mercato ortofrutticolo di Licata, nuove infrastrutture e messa in sicurezza di porti commerciali e turistici (Santo Stefano di Camastra e Marsala), interventi IRSAP nelle aree industriali, contratti di sviluppo e interventi sulla ricerca scientifica in campo sanitario e l’Accordo di programma MISE, INVITALIA e ENEL green POWER.

Nella relazione allegata al documento di programmazione economico finanziaria, infine, si legge: “Sul piano organizzativo il sistema bancario regionale è stato interessato da ulteriori processi di razionalizzazione così da risultare operante, al giugno 2017, con 62 banche (28 con sede legale in Sicilia) attive con 1471 sportelli operativi (478 quelli delle banche con sede in Sicilia) distribuiti solo su 308 dei 390 comuni siciliani. La performance al 30/6/2017 registrata da tale sistema bancario nel rapporto con la clientela residente in Sicilia ha messo in luce un valore superiore rispetto a quello registrato nello stesso periodo dell’anno precedente per quel che riguarda i depositi; gli impieghi, al lordo delle sofferenze, hanno mostrato, invece, un dato inferiore rispetto a quello registrato nel giugno 2016 mentre le sofferenze hanno segnato un ulteriore aumento”.

Un quadro in divenire, tra luci e ombre.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Sicilia Jazz Festival, Garsia: “Modello per rinnovare il sistema musicale nazionale” CLICCA PER IL VIDEO

Il Sicilia Jazz festival si amplia sempre più e con grande risonanza nel Mondo… ma che dimensione ha il Jazz in Italia?

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.