Condividi
la dichiarazione

Ufficio immigrazione, Schifani: “Nessuna interruzione, le competenze passano al dipartimento”

mercoledì 25 Gennaio 2023
Il governo regionale ha abolito, tra gli altri, l’Ufficio speciale per l’immigrazione, ma non la materia da esso trattata. Così come previsto dalla delibera di giunta, le competenze, infatti, passano al dipartimento competente, nel caso specifico a quello della Famiglia e delle politiche sociali“.
A dichiararlo il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, in merito alle polemiche sollevate da alcuni gruppi parlamentari dell’Ars dopo la soppressione di sei Uffici speciali.
Quindi si tratta solo – prosegue il governatore – di una diversa organizzazione degli uffici che continueranno a interessarsi della stessa materia perché rientra nell’ambito della normale attività istituzionale di competenza del dipartimento di riferimento. È veramente paradossale che si attacchi il governo perché vuole rispettare la legge e i contratti di lavoro, ma anche per avere accolto le osservazioni della Corte dei conti. Gli Uffici speciali sono istituiti con delibera di giunta per far fronte a situazioni temporanee, non prevedibili, eccezionali“.
 
“Volere continuare a mantenere in vita l’Ufficio speciale per l’immigrazione, che comunque sarebbe scaduto a fine anno – aggiunge l’assessore alla Famiglia Nuccia Albano – avrebbe comportato una spesa più rilevante per il personale e per la sua organizzazione, oltre che maggiori energie. E’ proprio singolare che i partiti di opposizione all’Ars chiedano la violazione della legge che disciplina l’organizzazione degli uffici: un regolamento adottato con il parere del Cga e registrato dalla Corte dei conti che non contempla gli Uffici speciali permanenti, ma che ne afferma l’eccezionalità e la temporalità di essi“.
 
L’Ufficio speciale per l’immigrazione – prosegue l’esponente del governo Schifani – ha trovato forza negli incarichi conferiti a tante professionalità esterne e all’assistenza tecnica che gli è stata garantita. Inserire la competenza nel più vasto servizio del dipartimento vuol dire darle continuità strutturale, senza interruzioni. Un’azione ben svolta con interventi mirati nei territori più esposti al fenomeno immigratorio dei lavoratori stagionali. Attività che sarà proseguita in sintonia con gli altri servizi dipartimentali e interdipartimentali. Il governo – conclude – ha avuto assicurazione da parte dei dirigenti generali della Famiglia, della Funzione pubblica e della Ragioneria generale, oggi auditi durante la riunione di giunta, che il passaggio delle competenze al dipartimento avverrà subito e senza alcun intralcio per garantire la continuità delle funzioni, l’attuazione dei progetti in itinere e le relative rendicontazioni“.
Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
BarSicilia

Assessore Messina: “Maggio 2023, siciliani alle urne. Province? Legge entro l’anno e voto nel 2024” CLICCA PER IL VIDEO

L’assessore regionale alle Autonomie Locali e alla Funzione Pubblica, Andrea Messina è l’ospite della puntata 226 di Bar Sicilia. Intervistato da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Messina ha parlato di diversi argomenti tra cui le prossime amministrative siciliane, dei tempi necessari al ripristino delle ex Province, delle difficoltà in cui versano i Comuni e delle…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.