Condividi

Caro voli: “Chiesto incontro all’Enac, Sicilia danneggiata”

giovedì 7 Novembre 2019
sicilia, caro voli,

“Con la segreteria nazionale di Più Europa, abbiamo richiesto un incontro all’ENAC – l’Ente nazionale per l’aviazione civile – per affrontare insieme il problema degli alti costi della mobilità siciliana”. Lo annuncia Fabrizio Ferrandelli componente della segreteria di +Europa.

“È solo di qualche giorno fa la notizia della cancellazione delle tratte Vueling per Roma dagli aeroporti siciliani. La conseguenza di questa ennesima batosta alla mobilità siciliana – commenta Ferrandelli – la pagheranno, come sempre, i tanti “pendolari” siciliani. Ad una situazione già difficile, con voli troppo cari, tariffe senza controllo, si aggiunge adesso anche la riduzione dei collegamenti da e verso Roma dai due maggiori aeroporti siciliani.

Il “gap” legato alla nostra posizione geografica – continua Ferrandelli – non può non trovare, da parte della classe politica, una soluzione in termini di servizi e agevolazioni. Le nostre infrastrutture sono quasi inesistenti, non abbiamo la possibilità di spostarci con un comodo FrecciaRossa, perché la gran parte delle tratte siciliane è a binario unico e non è ancora elettrificata. È impensabile che, ad oggi, se un professionista, un imprenditore, uno studente o un semplice turista, debba viaggiare da o per la Sicilia, sia costretto a farlo con costi esorbitanti, anche doppi rispetto a chi vive in altre Regioni d’Italia.

La continuità territoriale non può e non deve restare solo lettera morta o qualche slogan elettorale, ma divenire tema prioritario dell’agenda politica regionale. In attesa che l’inizio del servizio per gli aeroporti di Trapani e Comiso, previsto con decreto del MIT dello scorso anno, entrerà a regime nel 2020, bisogna estendere ed implementare la continuità anche agli aeroporti di Palermo e Catania – conclude Ferrandelli – per consentire a tutti i siciliani di avere garantiti orari, costi e tratte e non essere più considerati cittadini di serie B”.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Di Sarcina e la rivoluzione dei porti del mare di Sicilia Orientale CLICCA PER IL VIDEO

Dal Prg del porto di Catania ai containers ad Augusta, passando per lo sviluppo di Pozzallo e l’ingresso di Siracusa nell’AP, il presidente Di Sarcina spiega obiettivi e progetti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.