Condividi

Sicilia: sul tavolo 47 milioni per ridurre i costi dei biglietti aerei

mercoledì 9 Gennaio 2019

Il riconoscimento e l’attuazione della continuità territoriale in Sicilia è un argomento che periodicamente torna ad animare il dibattito politico siciliano. Chi si sposta da e per l’Isola con l’aereo sa che i prezzi dei biglietti sono sempre molto salati. Eppure nonostante le infinite discussioni e le buone intenzioni dei governi regionali non si è mai riusciti nell’intento di abbassare i costi.

Presto però le cose potrebbero cambiare. Il governatore Nello Musumeci, infatti, dopo aver denunciato qualche settimana fa il pagamento di 540 euro per un volo di sola andata da Roma a Catania, ha deciso di prendere carta e penna per scrivere al ministro dei trasporti. A Toninelli ha chiesto di essere delegato a presiedere la conferenza dei servizi proprio sulla continuità territoriale per la Sicilia. Sul tavolo ci sono 47 milioni di euro, 31 stanziati dallo Stato e gli altri messi a disposizione dalla Regione. Il governo regionale vuole accelerare l’iter della procedura, che prevede il pronunciamento di Bruxelles sugli aiuti di Stato.

Una volta ricevuto il nulla osta dalla Commissione europea, queste risorse potranno essere assegnate alle compagnie, attraverso gare bandite dall’Enac, per offrire ai passeggeri residenti biglietti a tariffe calmierate su alcune tratte definite “sociali”. Gli aeroporti di Trapani e Comiso sono in pole position. Le rispettive società di gestione dei due scali, Airgest e Soaco, hanno già inviato tutta la documentazione al ministero. Per Trapani sono stati indicati i collegamenti con Ancona, Brindisi, Napoli e Treviso. Per Comiso, invece, quelli con Roma e Milano.

Nel frattempo continua il lavoro dell’assessore regionale alle infrastrutture e alla mobilità, Marco Falcone, per ampliare la concorrenza delle compagnie aeree negli scali dell’Isola. Allo stesso tempo il governo intende chiedere all’Alitalia di abbassare le tariffe. Pur non essendo più la compagnia di bandiera nazionalizzata, fa notare Falcone, continua a operare grazie a ingenti contributi pubblici.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Elena Pagana: “Parco dell’Etna e riserve, ecco cosa stiamo facendo per l’ambiente” CLICCA PER IL VIDEO

Dalle politiche per la fruizione dei parchi alle attività dell’Arpa fino alla pianificazione, ospite di Bar Sicilia è l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente Elena Pagana

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.