Condividi
Il provvedimento

Catania, viola i domiciliari: ordinanza di custodia cautelare in carcere per un pregiudicato quarantaquattrenne

martedì 9 Luglio 2024

Nei giorni scorsi, gli agenti delle Volanti della Questura di Catania si sono recati, nel quartiere San Cristoforo, presso l’abitazione di un pregiudicato catanese di 44 anni al fine di notificare l’ordinanza della Corte d’Appello di Catania con la quale è stata revocata la misura degli arresti domiciliari e sostituita con la custodia cautelare in carcere.

Nello specifico, a seguito della denuncia per vari reati che sarebbero stati commessi mentre l’uomo si trovava in regime di arresti domiciliari, la Corte d’Appello, su conforme richiesta della Procura Generale, ha disposto l’aggravamento della misura e la custodia in carcere.

In particolare, nel mese di giugno l’uomo era stato sorpreso alla guida di uno scooter, nonostante si trovasse sottoposto ai domiciliari.

Dopo essere stato riconosciuto dai poliziotti, il pregiudicato si era dato alla fuga dando vita ad un rocambolesco inseguimento. Gli agenti, poco dopo, lo hanno rintracciato nella propria abitazione con le chiavi dello scooter, parcheggiato nelle immediate adiacenze, con il motore ancora caldo. In quell’occasione, la perquisizione domiciliare ha permesso ai poliziotti di ritrovare circa 65 grammi di marijuana, nascosta in una scatola delle scarpe.

A seguito dell’ordinanza della Corte d’Appello, i poliziotti lo hanno accompagnato negli Uffici della Questura e, dopo le formalità di rito, l’hanno condotto presso la Casa circondariale di Piazza Lanza.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, i beni culturali fonte di reddito per l’Isola. Malfitana: “Sviluppare opportunità di lavoro per i nostri giovani” CLICCA PER IL VIDEO

E’ importante creare una sana sinergia tra il pubblico e il privato per mettere a frutto tutte le potenzialità dei nostri beni culturali

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.