Condividi

Clima, commercio, immigrazione e Africa: i grandi temi del G7 di Taormina con il pericolo terrorista sullo sfondo

giovedì 25 Maggio 2017

Cambiamento climatico, grandi accordi sul commercio, immigrazione e rapporti con l’Africa.

Sono i quattro grandi temi attorno a cui si articoleranno gli appuntamenti del G7 a Taormina da domani fino a sabato 27 maggio. Sul contrasto al terrorismo, tema incandescente dopo l’attentato di Manchester, è attesa una dichiarazione a parte: la presidenza italiana del vertice ha preparato un documento sulla sicurezza dei cittadini dove si chiede ai sette paesi più industrializzati la condanna dello Stato islamico e dei suoi affiliati e sostenitori, il voto è atteso sabato a conclusione dei lavori.

Un vertice che vede al loro debutto ben quattro dei sette leader delle grandi democrazie industrializzate: Il presidente del consiglio italiano Paolo Gentiloni, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il presidente francese Emanuel Macron e la premier britannica Theresa May. Oltre ai leader del G7 saranno presenti i vertici di selezionate Organizzazioni Internazionali e i capi di Stato e di governo dei Paesi che dialogano con il G7 e gli  ospiti della presidenza.

L’evento si svolgerà in due giornate di lavoro e si concluderà con la presentazione del comunicato finale. Francia e Stati Uniti saranno rappresentati dai capi di Stato; Regno Unito, Germania, Giappone, Italia e Canada parteciperanno con i capi di governo. L’Ue sarà rappresentata sia dal presidente della Commissione europea Jean Claude Junker che dal presidente del Consiglio Donald Tusk il cui mandato scadrà a fine maggio. I lavori del vertice inizieranno domani alle 11,30 con una cerimonia di benvenuto al Teatro Greco, le sessioni di lavoro si svolgeranno all’ hotel San Domenico a partire dalle 14, dalle 17,15 prenderanno il via gli incontri bilaterali. Alle 19 è previsto il concerto al Teatro Greco della Filarmonica della Scala di Milano, subito dopo la cena con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’ hotel Timeo. 

Intanto a Giardini Naxos, dove sono allestite le postazioni dell’organizzazione del vertice e della stampa, le strade sono deserte e tutto è blindato con posti di blocco e presidi militari in attesa del corteo anti summit di sabato che attraverserà la cittadina dal parcheggio Saluzzo a piazza Municipio.

Gli attivisti di Greenpeace sono già da oggi, alla vigilia del Summit, entrati in azione a Taormina con una gigantografia di 110 metri quadrati con la quale chiedono azioni più ambiziose per contrastare i cambiamenti climatici”. “Climate justice now” è il messaggio sul maxistriscione. 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.