Condividi

Contributi a pioggia dalla Regione: previsti oltre 4 milioni per enti senza scopo di lucro

lunedì 1 Agosto 2022

La Giunta Musumeci ha approvato una delibera con cui la Regione Siciliana ha stabilito un sostegno economico ad enti, fondazioni, associazioni. I soggetti beneficiari del contributo, e senza scopo di lucro, devono operare nei seguenti ambiti: economico, sociale, socio-sanitario, culturale, e artistico. Il testo è stato istruito in Commissione Bilancio e domani passerà al vaglio dell‘Assemblea regionale siciliana.

Si tratta dei contributi a pioggia a fondo perduto previsti nell’ex Tabella H messi a bando dal Governo Musumeci per più di 4 milioni di euro. La delibera di giunta prevede che la manifestazione d’interesse dovrà pervenire agli uffici entro 15 giorni, a partire dalla data in cui l’avviso sarà pubblicato in G.U.R.S.

Le istruttorie delle manifestazioni di interesse sono definite dai competenti rami di amministrazione e devono indicare alcuni requisiti, a pena di esclusione. Tra questi, un bilancio consuntivo approvato degli ultimi 3 anni; un elenco dettagliato delle spese di gestione del triennio precedente. Ove, alla data di scadenza del termine per la presentazione dell’istanza, non risultino ancora decorsi i termini di legge o di statuto per 1’approvazione del bilancio consuntivo 2021, l’elenco dettagliato delle spese di gestione potrà essere riferito a1 triennio 2018-2020; l’elenco di tutte le entrate e finanziamenti a qualsiasi titolo ottenuti dall’ente nel triennio precedente, specificando dettagliatamente, sia nel preventivo che nel consuntivo: a) la finalizzazione del contributo regionale; b)eventuali altri contributi provenienti da altri enti erogatori. Ai fini del contributo sarà inoltre valutata la “sostenibilità” del progetto, quindi la capacità dell’iniziativa di avviare processi in grado di generare condizioni e risorse che possano prefigurare  in  futuro  il  minor  ricorso a contribuzioni finanziarie estreme (specialmente di natura pubblica) e in maggior misura all’autofinanziamento. In più, una relazione sulla struttura dell’ente e sul numero dei dipendenti.

In sede di finanziamento, il contributo, in ragione del riparto della dotazione complessiva operato con decreto dell’Assessorato regionale per l’Economia, previa delibera della Giunta regionale, sarà modulato in misura proporzionale alle risorse assegnate a ciascun dipartimento ed al punteggio ottenuto da ciascun ente. Ogni ente proponente non potrà avvalersi di un  contributo  superiore  al  20%  del  plafond assegnato al singolo Dipartimento, il quale non potrà risultare assegnatario per  più del  30% dell’intero contributo erogato dalla Regione.

LEGGI IL DOCUMENTO

DELIBERA DI GIUNTA

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, parla il Prefetto Cucinotta: “Tuteleremo fondi Pnrr da infiltrazioni mafiose. E’ un problema nostro” CLICCA PER IL VIDEO

Il Prefetto di Palermo Maria Teresa Cucinotta intervistata a margine dell’iniziativa “Giornata della Trasparenza”, organizzata dall’Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale, ha fatto il punto sugli strumenti a disposizione della Giustizia per evitare il rischio di infiltrazioni mafiose sui fondi Pnrr e sulle grandi opere pubbliche

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.