Condividi

Emergenza cimiteri a Palermo: ok a 945 nuovi loculi

giovedì 26 Settembre 2019
cimitero dei rotoli

Sono state aggiudicate nei giorni scorsi tre distinte gare d’appalto che permetteranno, a partire dalla metà di ottobre, di realizzare presso il cimitero dei Rotoli di Palermo 945 loculi sotterranei che permetteranno di superare le difficoltà legate alla indisponibilità di sepolture con la necessità di mettere “a deposito” le salme.

Attualmente sono circa 145 le salme in attesa di tumulazione, mentre con la ripresa dell’attività del forno crematorio domani si concluderanno le cremazioni in attesa. In particolare, per un importo di circa 272 mila euro, la ditta Latef di Brescia fornirà al Comune i loculi a scaglioni di 50 la settimana. Una volta che tutte le salme attualmente a deposito avranno trovato adeguata sepoltura, il numero di forniture scenderà a 25 la settimana. Il posizionamento dei nuovi loculi del Cimitero comincerà a metà ottobre quando arriverà una speciale macchina acquistata dall’Amministrazione (ad aggiudicarsi la gara è stata in questo caso la ditta Falc di Spoleto, per l’importo di circa 115 mila euro) e già le maestranze comunali hanno avviato le operazioni preliminari nell’area interessata, ove si prevede di installare 25 loculi per volta.

cimitero rotoliQuesti lavori sono stati preceduti da un intervento di pulizia e diserbo di tutto il cimitero condotto da Reset, che ha impiegato circa 90 operai per tre settimane, dai campi alle falde di Monte Pellegrino fino alle aree gentilizie in prossimità degli ingressi. In particolare sarà una delle aree gentilizie limitrofa all’ingresso principale ad accogliere i nuovi loculi, che saranno posizionati al di sotto delle attuali sepolture.

Gli uffici del Comune stanno adesso predisponendo un avviso pubblico per la concessione dei nuovi loculi, la cui vendita servirà anche a recuperare l’investimento effettuato per la realizzazione delle nuove sepolture. A coloro che hanno attualmente dei parenti defunti ospitati nel deposito sarà dato un diritto di prelazione, ma in ogni caso l’avvio della vendita permetterà di ridurre considerevolmente i tempi di attesa fino ad azzerarli del tutto entro pochi mesi.

Per il Presidente della IV Commissione Giovanni Inserillo, che ha seguito e facilitato l’iter di approvazione dei nuovi loculi da parte dell’ASP, “la Commissione ha svolto un ruolo fondamentale di supporto e stimolo all’azione degli uffici, anche nel rapporto con la parte tecnica che ha curato la progettazione delle nuove sepolture. Questo intervento, insieme a quelli che sarà possibile realizzare ai Cappuccini tramite la redazione di un nuovo Piano cimiteriale, alleggerirà il problema delle tumulazioni ma resta il fatto che il problema potrà essere risolto unicamente con la realizzazione di un nuoco cimitero, per il quale ho rivolto un sollecito all’Assessore.”

“Si avvia finalmente a soluzione una vicenda triste – dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore D’Agostino – determinata dall’esaurimento dei posti nei cimiteri e dalle note difficoltà per la realizzazione di un nuovo camposanto. Grazie all’impegno di diversi uffici e soprattutto grazie all’impegno personale di molti dipendenti comunali del settore e della Reset, oggi il Cimitero dei Rotoli è un luogo che restituisce dignità e rispetta il dolore di quanti hanno lì i propri cari sepolti”.

 

LEGGI ANCHE:

Emergenza cimiteri a Palermo, scatta l’esposto in Procura | FOTO

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.