Condividi

Esodo dal Nord in Sicilia: Federalberghi Taormina chiede indicazioni per gli hotel

domenica 8 Marzo 2020
esodo-treni-coronavirus-Fuga da Milano verso il sud

Federalberghi Taormina chiede ufficialmente delucidazioni alle autorità su come dovranno comportarsi gli operatori economici dell’industria ricettiva taorminese, nelle loro strutture, a fronte delle disposizioni del Governo e della presidenza della Regione sull’emergenza nazionale Coronavirus, che decretano ulteriori misure restrittive per i cittadini delle zone rosse del Nord Italia, ed in particolare per effetto dell’ordinanza del governatore Musumeci prevedono l’autoisolamento per chiunque arriva dal Nord in Sicilia.

Taormina è la capitale del turismo siciliano e vanta, infatti, il maggior numero di strutture alberghiere nell’isola, rappresentando una delle mete di riferimento del turismo in Sicilia e nell’intero Sud.

Italo Mennella
Italo Mennella

“In considerazione dei fatti di queste ore riguardanti l’esodo in corso di molti cittadini del Nord Italia, ed in particolare dalla Lombardia, verso le regioni del Sud, in un contesto che potrà dunque riguardare anche la Sicilia, ed alla luce dell’ordinanza contingibile ed urgente emessa oggi dal governatore Musumeci che dispone l’autoisolamento per chiunque provenga dal Nord, chiediamo al Sindaco e alle Autorità competenti indicazioni su come dovranno comportarsi tutti gli albergatori che potrebbero ricevere nelle strutture della nostra città prenotazioni e richieste di pernottamento da clientela proveniente da quei territori che sono oggetto dei provvedimenti . Ciò al fine di poter collaborare ed ottemperare anche noi nel miglior modo possibile alle disposizioni del Consiglio dei Ministri e della Presidenza della Regione”. Lo afferma il presidente di Federalberghi Taormina, Italo Mennella.

“Precisiamo, inoltre, in riferimento alla nota fatta oggi da una guida turistica, dal nostro concittadino Eddy Tronchet, che si tratta di una posizione del tutto personale, che non condividiamo per quanto concerne la richiesta di limitare la città ai soli residenti. Noi non vogliamo chiudere: siamo consapevoli che ci sia un’emergenza nazionale e che in questo momento difficile si debba tutto fare il possibile per adottare misure precauzionali a tutela della salute di tutti i cittadini, al contempo però occorre evitare qualsiasi forma di eccesso. Vogliamo cercare, altresì, soluzioni in grado di supportare le imprese e salvaguardare i tanti lavoratori del settore, ricordando che una parte importante di circa Un milione e mezzo di operatori del turismo (dato nazionale di Federalberghi) si trova nel nostro territorio, che è il primo polo turistico siciliano”. “Non c’è cosa più sbagliata, quindi, che immaginare o ipotizzare in qualsivoglia modo una limitazione ai soli residenti. Le valutazioni e le decisioni, adesso più che mai, vanno ponderate. Non bisogna fare harakiri, altrimenti si rischiano ulteriori conseguenze di proporzioni negative neppure immaginabili per il turismo e per l’economia se dovesse emergere una tale prospettiva di restrizione della fruibilità del nostro territorio”.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.