Condividi

Fabbricini:”Dopo il 7 settembre faremo quello che ci viene richiesto dalla legge.” Fare le cose oneste prima no ? (VIDEO)

venerdì 24 Agosto 2018

Roberto Fabbricini, commissario straordinario della FIGC, è tornato a parlare in merito al caso dei ripescaggi in serie B. Ecco le sue parole raccolte da TeleGalileo: «Abbiamo fatto questo passaggio per garantire la continuità, per dare un segnale che serve una riforma dei campionati. In un primo momento la Federazione aveva confermato per la serie B un format a 22 squadre, ma poi ha appoggiato il sorteggio di un calendario a 19 squadre. Non so se il 7 settembre sarà la data finale per decidere tutto, ci sono ricorsi pendenti che non danno certezza su quali saranno le squadre che completeranno le 22. Dopo il 7 settembre faremo quello che ci viene richiesto dalla legge. Noi obbediremo al Collegio di Garanzia, ma sarà la Figc a stabilire le ripescate».

Vediamo cosa ci diranno: se la B sarà a 19, 20 o 22 squadre. Non penso, però, che le squadre saranno più di 22″.

“Noi obbediremo al Collegio di Garanzia. Ci sono 6 squadre che hanno fatto ricorso al Collegio di Garanzia, vedremo cosa decideranno. Alcune di queste hanno difficoltà a essere inserite tra le 3. Chi decide eventualmente le squadre da ripescare? Il Coni è esterno a questo discorso, è l’organismo che dice cosa si deve fare. Ma sarà la Figc a stabilire le ripescate”.

“La graduatoria c’è, ma non è stata resa pubblica per i troppi ricorsi che si intervallano. Senza ricorsi avremmo già saputo le tre squadre ripescate, ma con tutti questi ricorsi la teniamo nel cassetto per non generare aspettative, delusioni e polemiche. Adesso non possiamo rivelare l’ordine, anche perché Novara e Catania sono state riconsiderate dalla sentenza del Tribunale Federale Nazionale, che poi è stata impugnata. Venerdì 7 settembre sapremo la verità”.
Aggiungiamo noi a questo punto saranno 25 le squadre che disputeranno la serie B ma con un giudice onesto ne basta uno solo onesto lascerà la B ed andrà in serie A il Palermo ed in B  torneranno ad essere in numero pari 24 e come soluzione finale così avverrà che in serie B saranno bloccate le 3 retrocessioni  e siamo a 22 e saranno ripescate dai giudici che ne imporranno l’iscrizione le altre 3 che ne hanno diritto anche loro e saranno 25 le squadre iscritte in B  e sarà stata solo una grande buffonata fare partire la serie B solo per costringere i rosanero a giocare le prime ed ultime partite in questa serie in attesa di una sentenza che , secondo legge, vuole il Palermo in A e nel frattempo per fare fuori il Crotone che dovrebbe giocare anche lei in serie A al posto del Chievo che andrebbe radiato con Parma e Frosinone non gli hanno dato, con una mossa astuta costruita ad arte, l’agibilità allo stadio.

Giustamente , visto che noi non c’entriamo nulla con la serie B, oggi il Palermo non era presente alla riunione di Lega serie B.
L’assemblea di lega B è ufficialmente in corso a Milano. Secondo quanto riporta tuttomercatoweb.com, tutti i club sarebbero riuniti in questo momento ad eccezione del Palermo che ha deciso, come detto giustamente per noi, di non presentarsi. All’ordine del giorno c’è la discussione relativa ai criteri di ripartizione delle risorse e quella sul marketing associativo. Ci sarà inoltre un confronto sulle date di eventuali recuperi nelle soste delle nazionali (visto che in B si passerà da 19 a 25 squadre) e, si parlerà anche degli aggiornamenti relativi alla commercializzazione dei diritti audiovisivi.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Caruso: “La coalizione gode di ottima salute, al lavoro per gestire le criticità dell’Isola” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della puntata di oggi è Marcello Caruso, segretario regionale di Forza Italia e componente della segreteria nazionale

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.