Condividi

Femminicidio a Messina, De Luca: “Perchè uccidere le donne? Basta con questi atti criminali”

venerdì 8 Marzo 2019
Cateno De Luca

“Perché uccidere le donne? Alla vigilia della festa delle donne abbiamo dovuto assistere ad un altro episodio di femminicidio, all’ennesimo atto di criminale violenza sulle donne: stavolta è toccato alla trentenne Alessandra Musarra di Santa Lucia sopra Contesse, villaggio popolare della periferia di Messina. Non è ammissibile che prosegua questa mattanza“. Così il sindaco di Messina, Cateno De Luca, commenta l’ennesimo caso di femminicidio, che stavolta ha interessato la Città dello Stretto.

Christian Ioppolo, 26 anni, ha ammesso di avere ucciso la fidanzata di 28 anni, Alessandra Immacolata Musarra, trovata morta nel letto della propria abitazione. Ioppolo, ha confessato di essere lui l’assassino dopo un lungo interrogatorio in Questura, confermando i sospetti degli inquirenti. Il giovane ha detto di avere agito per gelosia.

“Ci troviamo di fronte all’ennesimo caso di femminicidio, consumato dal fidanzato che ha pestato a sangue fino alla morte la povera Alessandra. Non c’è dubbio che in questi momenti prevale in certi uomini quel senso di inferiorità da colmare con il gesto estremo del femminicidio. Oggi e domani le bandiere di Palazzo Zanca sventoleranno a mezz’asta in segno di lutto. Non ci resta che pregare per Alessandra ed i suoi cari con la speranza che certi uomini sfoghino il loro senso di inferiorità rispetto alla donna con altri gesti ed altre forme compensative delle proprie psicosi”.

 

LEGGI ANCHE:

Donna trovata morta a Messina, il fidanzato confessa l’omicidio

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.