Condividi

Gela, portava due pistole nella cinta dei pantaloni: arrestata una donna | CLICCA E GUARDA IL VIDEO

giovedì 30 Settembre 2021

GUARDA IL VIDEO IN ALTO 

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Gela – ha tratto in arresto una donna gelese di 31 anni, per detenzione di due pistole e munizioni di vario tipo.

Grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini, gli investigatori hanno dato avvio ad un’indagine lampo per individuare l’abitazione indicata come luogo dove la notte prima c’era stato molto trambusto.

Poche ore dopo, gli uomini della Squadra Mobile e del Commissariato di Gela hanno effettuato una perquisizione presso il domicilio di una famiglia gelese. I poliziotti hanno scelto l’orario del pranzo così da trovare tutti in casa. Mentre gli investigatori davano inizio alla perquisizione, il cane “Yocco”, dell’Unità Cinofili in forza presso la Questura di Catania, segnalava al suo conduttore la presenza di armi.

I cani poliziotto sono addestrati per fiutare sia la presenza di armi ed esplosivi che stupefacenti. Il cane “Yocco”, quando la donna durante la perquisizione si allontanava dalla stanza in modo repentino, segnalava al suo conduttore la presenza di armi, proprio perché specializzato in questa tipologia di ricerca. Messa davanti all’evidenza dei fatti, la donna non poteva fare altro che consegnare il tutto. Con sorpresa per i poliziotti presenti, la donna deteneva illegalmente, alla cinta dei pantaloni, ben due pistole e munizioni di diverso tipo. Con molta probabilità la donna è stata incaricata dal marito o da altri, occultare tra i vestiti le armi così da eludere eventuali controlli della polizia, proprio perché consapevoli di quanto accaduto la sera prima.

La ricerca in casa continuava permettendo di rinvenire un fucile ad aria compressa che sarà sottoposto ad accertamenti per verificare se potenzialmente offensivo in quanto modificato ed alcuni strumenti elettronici per la captazione di conversazioni.

La donna, al termine della perquisizione, è stata condotta presso gli uffici della Polizia di Stato dove è stata fotosegnalata dalla Polizia Scientifica. Al termine degli accertamenti sulle armi, la donna è stata condotta in carcere su disposizione della Procura della Repubblica di Gela.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.