Condividi

L’ “Acchianata” al Santuario: Palermo festeggia Santa Rosalia

domenica 2 Settembre 2018
Festino Santa Rosalia

Culmineranno il 4 settembre le celebrazioni per la Santuzza, Santa Rosalia patrona di Palermo. La leggenda tramandata dal culto vuole che abbia liberato la città dalla peste, oggi sono di diverso cabotaggio le istanze che i fedeli fanno attraverso le loro preghiere. Non per questo meno importanti.

Basta salire al Santuario, in cima al Monte Pellegrino per osservare gioielli e offerte di tutti i tipi corredati da messaggi struggenti che invocano ora una gravidanza, ora la guarigione per un genitore in fin di vita, ora un posto di lavoro. L’insondabile delegato al destino, per chi ci crede, ogni anno in quest’occasione rende gli strati sociali palermitani più vicini.

Sul filo della livella della speranza, da lunedi 3 settembre partono le celebrazioni, i più coraggiosi troveranno attraverso la preghiera la forza di salire la scalinata in ginocchio. Qualcuno spiega che sublimare la sofferenza con la concentrazione della liturgia religiosa rende tutto più semplice.

Ed è così che lunedì 3, si aprono le porte del Santuario per celebrare la messa alle 18, alle 22 e alle 24. I portoni rimarranno aperti dalle 7 fino alle 23 di martedì.

Martedì 4 settembre, le funzioni si svolgeranno invece a partire dalle 7,30 e poi alle 8,30, alle 10,30 alle 16,30 e infine alle 18. La messa delle 10,30 verrà presieduta da monsignor Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo.

Per i festeggiamenti in onore della Santuzza sono previsti diversi appuntamenti fino alla fine del mese: il 15 settembre il santuario potrebbe rimanere chiuso per la visita di Papa Francesco a Palermo ma è ancora tutto da confermare.

La vera storia di Rosalia, dallo scalpore che all’epoca suscita per il rapporto con la famiglia, se vogliamo archetipo della “femminista” ante litteram che anticipa di secoli le idee di donne come Mary Wollstonecraft, se l’accostamento non è troppo blasfemo, sarà raccontata attraverso l’iniziativa della Fondazione Federico II.

Una ricchissima esposizione di capolavori di Van Dyck, Novelli, La Barbera, Preti, e di documenti d’epoca, infatti, celebreranno il culto della Patrona di Palermo sulla quale emergono aspetti finora sconosciuti.

La mostra dal titolo “Rosalia eris in peste patrona”  sarà inaugurata il 4 settembre. L’idea della Fondazione è stata portata avanti in sinergia con l’Assemblea regionale siciliana, il dipartimento regionale dei Beni culturali, la Soprintendenza per i Beni culturali e l’Arcidiocesi di Palermo.

LEGGI ANCHE

“Trinakria -Angoli segreti”: Don Ceravolo svela segni e simboli della vita di Santa Rosalia | VIDEO SERVIZIO

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.