Condividi

L’Ars prova a eleggere i questori, un equilibrio sul filo del rasoio

mercoledì 20 Dicembre 2017

Prosegue l’attività parlamentare dell’Ars di inizio legislatura. Oggi è l’ultimo giorno utile per eleggere intanto i rispettivi capigruppo, mentre in Aula si andranno a votare tre deputati questori e tre deputati segretari che completeranno il Consiglio di presidenza.

La modalità del voto prevede che  ciascuno dei 70 parlamentari possa esprimere due preferenze.

Dopo che il voto su Gianfranco Miccichè ha scardinato la fragile struttura di partenza del Pd siciliano si sono delineati due blocchi, poco intercambiabili tra loro, tra maggioranza e opposizioni, ai fini dell’elezione di oggi che promette scintille e non esclude colpi a sorpresa.

Nella foto riunione dei neo eletti di Fi all’Ars, in presenza di Gianfranco Micciché

Da un lato potrebbero votare la maggioranza e i 4 dem che avrebbero dato sostegno a Miccichè nella terza decisiva, votazione per la sua elezione, (Dipasquale, Catanzaro, Sammartino e Lantieri), dall’altra il Pd ha trattato a lungo con i 5stelle per piazzare con voto trasversale qualcuno dei suoi, dopo che 7 dem hanno votato Cancelleri alla vicepresidenza.

Si tratta, per inciso di postazioni che fanno gola a molti. I questori infatti controllano le spese del Palazzo, mentre la dotazione  dell’indennità aggiuntiva (1.500 euro al mese) consente uno staff allargato al deputato che va a ricoprire l’incarico.

Nel Pd, ricucire rimane l’imperativo, ma su una linea politica chiara e precisa e senza ulteriori concessioni alla demarcazione tra maggioranza e opposizione.

L’elezione del capogruppo, dunque, come ripartenza di un’indicazione esplicita anche in vista della partita che riguarda le postazioni ancora da assegnare. Ricomporre il quadro in tempo utile, per eleggere un rappresentante unitario e andare oltre le polemiche senza generare condoni automatici per la corsa contro il tempo che il Pd  all’Ars ha ingaggiato nelle ultime ore, per mettere e posto le cose.

Una sintesi di concetti più che di fatti, che riassume la successione di incontri e di stati d’animo dei dem siciliani, un partito indebolito che si sta imponendo in queste ore di recuperare un’identità per cominciare in maniera credibile il percorso parlamentare in una legislatura di opposizione

Sammartino e Lantieri potrebbero essere i votati del Pd da parte della maggioranza, mentre Assenza è uno degli altri papabili.

Da oggi gli esiti sono attesi in rapida successione. Dall’elezione del capogruppo, al voto su questori e segretari, continuando poi nei prossimi giorni con le commissioni di merito. Un puzzle da completare che Miccicchè spera di poter gestire in tempi rapidi.

Quel che è certo che si parte da un equilibrio che fa proseguire la partita sul filo del rasoio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il popolo del Reddito di Cittadinanza in rivolta a Palermo: “Meloni, non siamo parassiti” CLICCA PER IL VIDEO

Numerosi percettori del reddito di cittadinanza si sono riuniti per protestare contro la riforma del governo Meloni

BarSicilia

Bar Sicilia, intervista esclusiva al Presidente dell’Ars Galvagno: “Cinque anni per cambiare la Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Il protagonista della puntata speciale numero 216 di Bar Sicilia è Gaetano Galvagno. Il neo presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana ci ha accolti a Palazzo dei Normanni e, intervistato dal direttore Marianna Grillo e dall’editore Maurizio Scaglione, ha molto parlato di politica, di obiettivi e impegni comuni per il futuro della Sicilia. Galvagno ha risposto anche…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.