Condividi

L’Ue boccia la Sicilia: in fumo 380 milioni di fondi strutturali

giovedì 25 Gennaio 2018
fondi-ue-sicilia-fesr-2014-2020

Piove sul bagnato. Sulla spesa europea la Regione accusa un duro colpo. Il Tribunale dell’Unione europea ha infatti respinto il ricorso relativo al taglio dei fondi .

Il primo effetto concreto in questo caso è la perdita delle risorse. L’ultima parola arrivata infatti conferma la sforbiciata che sfiora i 400 milioni di euro (380 in dettaglio).

Ad essere contestate sono le irregolarità spesa, ritenute troppe, all’interno delle varie fasi di certificazione e rendicontazione. Il Tribunale dell’Unione europea ha rigettato integralmente il ricorso dell’Italia contro la decisione della Commissione Ue di tagliare di quasi 380 milioni su 1,2 miliardi di fondi strutturali destinati per il periodo 2000-2006. I giudici del Lussemburgo hanno osservato come sia innegabile l’esistenza di errori nella spesa, imputabili a insufficienze nei sistemi di gestione e di controllo del Piano operativo regionale (POR) Sicilia, che si sono manifestati nel corso di diversi esercizi finanziari e ai quali non è stato posto del tutto rimedio fino alla fine della programmazione.

La tegola arriva sul nuovo esecutivo regionale proprio alla vigilia della verifica che Musumeci intende portare avanti sulla burocrazia regionale e sui suoi vertici. Proprio per il Dipartimento di Piazza Sturzo si fa il nome di un esterno, Roberto Sanfilippo, che il governatore siciliano pensa di mettere alla testa della struttura strategica di spesa dei fondi europei.

La programmazione 2014-2020, tra l’alto accusa al momento una fase intermittente e interlocutoria con il nuovo esecutivo che dovrà prounciarsi anche nel merito di una possibile ed  eventuale rimodulazione dei fondi europei.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.