Condividi

Ortigia set del film Cyrano: così Siracusa sfida la crisi

mercoledì 9 Dicembre 2020
ORTIGIA dall'alto
Ortigia

Aspettare che la “tempesta” Covid passi ma senza rimanere fermi e immobili al cospetto di un’emergenza il cui epilogo rimane ancora incerto. E’ la strada che ha scelto di percorrere la Città di Siracusa, che prova a resistere alla sofferenza di un 2020 da incubo mettendo in campo alcune iniziative finalizzate a contenere le pesanti ripercussioni della crisi economica e sociale scatenata dalla pandemia.

A dare respiro, in qualche modo, al territorio di Siracusa, intanto, è il cinema. Secondo i dati comunicati dal sindaco Francesco Italia le riprese del film “Cyrano” in sette notti hanno permesso di occupare 200 stanze, per circa 150 mila euro di entrate per l’indotto.

“Cyrano” è un musical diretto da Joe Wright ed interpretato da Peter Dinklage, il Tyrion Lannister di Game of Thrones. Il set è stato allestito nel cuore di Ortigia, al Castello Maniace. Il primo cittadino ha dato così un segnale confortante di fiducia ad un territorio che rappresenta a pieno titolo una delle realtà di riferimento della Sicilia e del Sud Italia e che, sull’onda dei traguardi che erano stati raggiunti sino al 2019, vuole lasciarsi alle spalle questa crisi e proiettarsi verso un 2021 che possa davvero essere il momento della ripartenza.

Francesco Italia, sindaco di Siracusa

Il sindaco Italia, insieme all’assessore Fabio Granata, ha fatto vista al set allestito al Castello Maniace, dove è stato accolto da Guido Cerasuolo e Enrico Ballarin, responsabili della produzione, da Ignazio Playa e dal nuovo dirigente della Sicilia Film Commission della Regione Siciliana, Nicola Tarantino. Con loro c’era anche la regista Lisa Romano e Iris Leone della Film Commission del Comune di Siracusa.

Il sindaco Italia – che nella circostanza ha ringraziato la Soprintendente Donatella Aprile per la concessione del Castello – ha evidenziato che “tra Siracusa e provincia la ricaduta economica della produzione supera i 2 milioni e mezzo di euro oltre alle centinaia di maestranze e alle comparse impiegate. Stiamo così consolidando la presenza di una vera industria sostenibile e che amplifica la immagine e la notorietà del territorio”.

Siracusa, dunque, non si arrende alla crisi e sfida il momento critico con la convinzione dell’Amministrazione Italia che, in attesa di un ritorno alla normalità, si debbano intanto cogliere al meglio delle opportunità di valorizzazione del territorio, per combattere la crisi e non amplificarne in termini ulteriori gli effetti già pesanti. La città aretusea punta sulla propria bellezza per arginare l’eco prolungato di un’annata di “guerra” e prova a guardare al futuro con la consapevolezza che, a dispetto di tante difficoltà, l’ottimismo può diventare il propellente del rilancio.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.