Condividi
La presentazione

Palermo, dopo un anno ecco Peda: “Voglio giocare titolare e vincere in rosanero”

martedì 9 Luglio 2024

E’ stato il primo annuncio del Palermo, ma non è un vero e proprio acquisto “nuovo di zecca”. E’ passato un anno affinché Patryk Peda potesse presentarsi ai tifosi del Palermo. Oggi, finalmente, è arrivato il suo giorno.

Ho aspettato un anno per venire, non è stata una scelta mia. Sono pronto a dare tutto e sono orgoglioso di indossare la maglia del Palermo. Ho giocato due stagioni in B e una in C, sono pronto, spero di fare bene“. Con queste parole il giovane difensore centrale ha esordito alla conferenza stampa di presentazione a Livigno, dove la squadra sta svolgendo il ritiro estivo.

Il polacco, classe 2002, è un destro dall’ampio margine di crescita, tanto da essere stato notato anche dalla Nazionale maggiore, che non ha avuto dubbi nell’inserirlo nel proprio organico. Acquistato per circa mezzo milione di euro dalla Spal, nelle ultime ore di mercato della scorsa estate, il club di viale del Fante ha deciso di non mettere troppa pressione al ragazzo, permettendogli di svolgere un’altra (e ultima stagione) a Ferrara. Peda non ha deluso le attese e ha confermato la sua leadership in difesa, collezionando solo nell’ultimo campionato ventitré presenza, un gol e un assist.

Il Palermo – ha dichiarato – è il club più grande dove sono stato. La Serie B è tosta, ma sono sicuro di fare bene, sono pronto. Per un difensore l’Italia è il paese perfetto, so come si vuole lavorare. Sono preparato, tecnicamente mi piace giocare con la palla, non ho paura. L’obiettivo è fare meglio della passata stagione, a me piace vincere e voglio vincere tutte le partite possibile“.

Qualche richiamo al paese di origine. Tra gli ex polacchi che hanno giocato nel Palermo “Murawski mi ha detto cose belle della città, mi ha parlato bene dei tifosi. Mi ispiro a Glik, è un capitano e un personaggio grande in Polonia, un giocatore top. La Nazionale? Adesso il mio obiettivo è giocare. Se gioco, penso che la convocazione possa arrivare“. Il suo rientro nel capoluogo siciliano sarebbe potuto avvenire anche a gennaio. “C’è stata la possibilità, il ct della Polonia me lo aveva detto per facilitare la convocazione all’Europeo“.

Peda non è apparso affatto preoccupato per la concorrenza in reparto e per le gerarchie: “Giocare titolare? La volontà è non stare in panchina, come tutti. Mi sento pronto per giocare titolare Giocare con Lucioni è una cosa bella, ha tanta esperienza. Sono stato accolto bene nello spogliatoio, tutti sono bravi, mi sento libero“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.