Condividi
il fatto

Palermo, operazione antimafia: convalidati 8 fermi

sabato 17 Dicembre 2022

Il gip di Palermo, Fabio Pilato, ha convalidato i fermi di 8 dei 9 arrestati nell’operazione antimafia “Palermo Centro” dei Carabinieri riguardante il mandamento palermitano di Porta Nuova.

Per due il giudice ha ordinato l’esecuzione di una perizia medico-legale per verificare le condizioni di salute e la compatibilità con la detenzione in cella. Il nono indagato, Antonino Lo Coco, è in attesa del pronunciamento della convalida da parte del gip di Termini Imerese, essendo stato fermato in provincia. Per Francesco Mulè, di 76 anni, soprannominato Zu Francu, e di Alessandro Cutrona, detto u Pacchiuni, il ciccione, molto più giovane ma anche lui alle prese con problemi di salute, il giudice ha ordinato l’esecuzione di una perizia medico-legale per verificare le condizioni di salute e la compatibilità con la detenzione in cella. Sono rimasti in cella il figlio di Mulè, Massimo, detto u Nicu, il piccolo, Gaetano Badalamenti, di 53 anni, detto u Romano, Francesco Lo Nardo, alias Sicarru, di 63 anni, Giuseppe Mangiaracina, inteso Pitbull, 43 anni, Calogero Leandro Naso, di 28 anni, chiamato il pugile, Salvatore Gioeli, detto Mussolini, di 56 anni.

Il giudice ha accolto le tesi della Procura antimafia, coordinata da Maurizio De Lucia, per tutti i capi di accusa tranne che, nei confronti solo di Cutrona e Naso, per una estorsione con annessa rapina e minaccia aggravata dall’agevolazione di Cosa nostra. L’episodio vedeva vittima un imprenditore, costretto a comprare un biglietto per la “riffa“, cioè per la lotteria abusiva che si svolge nei quartieri popolari di Palermo e che viene utilizzata di regola anche per raccogliere soldi da parte dei mafiosi. Nell’ordinanza viene evidenziato anche il ruolo di Giuseppe Incontrera, ucciso la scorsa primavera a Palermo e ritenuto al centro di vari traffici gestiti dalle cosche, soprattutto quello di sostanze stupefacenti.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Francesco Zavatteri: “Giovani fuorviati dal crack, crea una barriera insormontabile” CLICCA PER IL VIDEO

L’intervista de ilSicilia.it a Franco Zavatteri, padre di Giulio, giovane artista palermitano, ucciso da un’overdose di crack all’età di 19 anni il 15 settembre 2022. Il ricordo del figlio, l’impegno quotidiano per sensibilizzare sul tema delle droghe nelle scuole, l’importanza di strutture sul territorio come la “Casa di Giulio” e il centro di pronta accoglienza…

BarSicilia

Bar Sicilia, Di Sarcina e la rivoluzione dei porti del mare di Sicilia Orientale CLICCA PER IL VIDEO

Dal Prg del porto di Catania ai containers ad Augusta, passando per lo sviluppo di Pozzallo e l’ingresso di Siracusa nell’AP, il presidente Di Sarcina spiega obiettivi e progetti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.