Condividi

Palermo-Sudtirol 0-1. Un rimpallo su rinvio beffa Pigliacelli. Squadra quasi in zona retrocessione

sabato 1 Ottobre 2022

Finisce con i fischi dei 16.726 tifosi sugli spalti del Barbera la settima giornata di Serie B per il Palermo che, seppur a trazione offensiva, non riesce ad avere la meglio contro un coriaceo Sudtirol.

A decidere l’incontro è un episodio, sfortunato anche se prevedibile visti i trascorsi, su rinvio di piede da parte di Pigliacelli.

Ci si aspettava un passo in avanti da parte della squadra di Corini, ma il ritiro a Manchester in casa del City e la pausa di campionato non sembrano essere serviti allo scopo, se non per far vedere il ritorno del trequartista, Floriano, a supporto di Di Mariano, Brunori ed Elia.

Palermo pericoloso all’inizio, ma poi inizia a farsi schiacciare dagli uomini di Bisoli. Il centrocampo a due non funziona. Le qualità di Stulac e Segre non emergono, anzi. Non riescono proprio ad essere incisivi.

L’episodio che decide l’incontro avviene al 20′. Pigliacelli rinvia di piede e prende in pieno Odogwu, che si trovava lì più per disturbare il portiere che perché credesse veramente di poter fare male ai rosanero. La palla finisce con forza in rete: 0-1 che lascia di stucco i tifosi.

Un passo in avanti si è visto, ma non in campo. È il pubblico che, invece di fischiare il classe 1993, lo applaude per rincuorarlo e continuare a spingere tutta la squadra.

Peccato che da quel momento, a parte qualche fiammata individuale, poco succeda in avanti.

Nella ripresa, Corini cambia interpreti, mantenendo lo stesso modulo. Qualcosa si vede con l’inserimento di Soleri al posto di Floriano, con un dialogo migliore tra il numero 27 e Brunori, ma i giocatori palermitani restano slegati anche all’interno degli stessi reparti.

Tra un check del Var dopo che l’arbitro Paterna aveva fischiato rigore per un fallo inesistente su Elia – graziato dal giallo – la traversa di Soleri e un goal annullato a Segre per fuorigioco, è il Palermo ad essere più pericoloso, mentre il Sudtirol ci prova in un paio di occasioni. Bravo, qui, Pigliacelli a salvare.

I rosa iniziano a convincersi delle proprie potenzialità solo in pieno recupero, ma ci si mette di mezzo un anche un po’ di sfortuna, con la parata di Poluzzi su Vido e con il palo dopo il tiro di Di Mariano.

Nulla da fare per gli uomini di Corini, che restano a quota 7 punti in altrettante partite. Il campionato è ancora lungo, ma dietro il Palermo in questo momento ci sono solo Modena, Pisa, Perugia e Como.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

‘Manovrina’ da 420 milioni, Galvagno: “Esercizio provvisorio non vuol dire fallimento” CLICCA PER IL VIDEO

Ieri sera, l’Assemblea regionale siciliana ha approvato il ddl di variazioni di bilancio. Una manovra di assestamento, dal valore di 420 milioni di euro

BarSicilia

A Bar Sicilia l’assessore regionale Scarpinato: “Ecco il nostro Turismo 4.0” CLICCA PER IL VIDEO

E’ Francesco Scarpinato, l’ospite della puntata numero 217 di Bar Sicilia. L’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo ha parlato del futuro della Sicilia e dei progetti legati al settore che è considerato il volano dell’economia dell’Isola. A intervistarlo, come sempre, il direttore Marianna Grillo e l’editore Maurizio Scaglione. Scarpinato raccoglie un’eredità importante lasciata dall’ex…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.