Condividi

Pastificio Vallolmo e Molinoro: il PSR sostiene la qualità 100% siciliana

mercoledì 23 Dicembre 2020

 

La tradizione ultrasecolare del grano delle Madonie si fonde con l’utilizzo di tecniche all’avanguardia per la massima valorizzazione di una materia prima straordinaria e delle sue proprietà organolettiche: questa è la visione del pastificio Vallolmo. Una visione basata sul legame con il territorio e sulla qualità nutraceutica del prodotto finale che la Regione ha sostenuto attraverso i finanziamenti del PSR Sicilia.

 

 

Il Pastificio nasce nel quasi omonimo comune di Valledolmo (PA) dove i soci della “Cooperativa Nuovo Orizzonte” spinti dal desiderio di creare un prodotto di qualità legato alle radici del territorio hanno deciso di realizzare un molino semiartigianale e un impianto per la produzione di pasta.

 

 

 

Il processo di filiera parte da una semina che avviene nelle Madonie, in campi tra i 300 e 700 metri d’altezza, seguita da una scrupolosa preparazione del terreno e un’attenta scelta di grani il cui processo di crescita di adatti perfettamente alle caratteristiche dei suoli. La fase di lavorazione è seguita passo per passo dall’azienda Molinoro, tra i comuni di Valledolmo e Alia.

La produzione è portata avanti in modo semi-artigianale tramite l’utilizzo di macchinari moderni che consentono di ottenere farine di qualità organolettica elevata. Il risultato finale di questo processo si manifesta in quattro diverse linee (convenzionale, biologica, biologica integrale e Grani antichi) che si distinguono per gusto e proprietà nutritive.

 

Tommaso Miceli

Artefice del progetto aziendale del Pastificio Vallolmo è Tommaso Miceli, imprenditore che grazie fondi del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Siciliana dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, è riuscito a implementare un sistema di elevata competenza realizzando una filiera di grano siciliano al 100% dalla terra alla tavola. Una visione d’impresa che parte dal legame con la propria comunità: “Scegliere il prodotto locale – spiega Miceli – significa infatti promuovere sviluppo economico e senso di appartenenza alla Comunità. E ancora, celebrare le nostre radici culturali significa diventare ambasciatori di condivisi e corretti stili di vita mediterranei”. 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, scuole, riscaldamenti e pulizia: dai minisindaci le segnalazioni alla II circoscrizione CLICCA PER IL VIDEO

Fotografare lo stato di salute delle scuole elementari della II circoscrizione di Palermo attraverso lo sguardo attento degli stessi alunni. E, allo stesso tempo, avvicinare i più piccoli alla politica, spiegando come funziona la macchina amministrativa.

BarSicilia

Bar Sicilia, Pagana e le sfide del suo assessorato. “Chiarezza su CTS, parchi, balneari e Arpa. FdI? In atto confronto costruttivo” CLICCA PER IL VIDEO

Elena Pagana, assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, è l’ospite della puntata numero 225 di Bar Sicilia. Intervistata da Maurizio Scaglione e Marianna Grillo, Pagana ha parlato della Cts, del futuro dei Parchi siciliani, di Arpa, balneari e, in quanto dirigente di Fratelli d’Italia, ha fatto il punto sullo stato di salute del partito guidato…

La Buona Salute

La Buona Salute 62° puntata: Tecnologia Sanitaria

La 62^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’evoluzione tecnologica in ambito sanitario. Enormi vantaggi e miglioramento della vita per un nutrito numero di pazienti siciliani

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.