Condividi
I provvedimenti

Servizi antidroga, controlli su strada e locali a Taormina (ME): multe, denunce e sequestri

domenica 13 Agosto 2023

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, con il supporto dei militari della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Reggimento “Sicilia” hanno controllato oltre 150 persone e più di 80 autovetture con la contestazione di diverse contravvenzioni al Codice della Strada, tra cui la mancata copertura assicurativa, il mancato uso del casco e delle cinture di sicurezza, nonché l’uso del cellulare alla guida, condotte che mettono in serio pericolo la sicurezza degli automobilisti e dei pedoni.

Proprio nel corso dei controlli alla circolazione stradale, i Carabinieri hanno sorpreso un 21enne ed una 19enne in possesso di una mazza da baseball in macchina senza giustificato motivo e pertanto li hanno deferiti all’autorità giudiziaria per porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Un 73enne e un 50enne della provincia di Catania, già noti alle forze dell’ordine per reati conto il patrimonio, sono stati sorpresi dai militari dell’Aliquota Radiomobile aggirarsi con fare sospetto tra le auto in sosta nel comune di Giardini Naxos e, sottoposti a controllo, sono stati trovati in possesso di strumenti atti allo scasso, quali chiavi, grimaldelli e palanchini. Gli strumenti atti all’effrazione sono stati sottoposti a sequestro e i due sono stati denunciati in stato di libertà.

Altre due persone, un 20enne ed un 52enne, sono stati denunciati dai militari della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Reggimento “Sicilia” rispettivamente per possesso ingiustificato di un tirapugni e per porto abusivo di due coltelli di genere vietato.

Nell’ambito dei servizi antidroga, invece, un 18enne è stato denunciato dai militari dell’Aliquota Operativa per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto sorpreso tra i vicoli del centro storico di Taormina, in possesso di circa 2,5 grammi di cocaina e oltre 15 grammi di marijuana. Inoltre, altri 4 giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Messina, quali assuntori di droghe, poiché trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti, detenuti per uso personale. Tutta la droga sequestrata è stata inviata ai Carabinieri del R.I.S. di Messina per le analisi di laboratorio.

Nel corso dei controlli agli esercizi pubblici, i Carabinieri di Taormina, con il supporto tecnico specialistico dei militari del Nas di Catania, della Tutela Agroalimentare di Messina e del Nucleo Ispettorato Lavoro del capoluogo peloritano, hanno controllato 7 esercizi commerciali con annessa attività di ristorazione e somministrazione alimenti e bevande. All’esito della verifica, i militari hanno contestato ai titolari violazioni amministrative per oltre 11.000 euro per le irregolarità riscontrate nell’ambito della gestione degli alimenti e delle bevande, tra cui la mancata indicazione degli allergeni, evocazione di prodotti tutelati, carenze igienico sanitarie.

Inoltre, in un ristorante sono stati sequestrati amministrativamente oltre 30 kg di prodotti ittici e a base di carne, in quanto privi di documentazione attestante la tracciabilità. Nel corso dei controlli agli esercizi pubblici sono state verificate, altresì, le posizioni dei lavoratori e per uno dei locali è stata elevata una contestazione per la mancata consegna ai lavoratori della documentazione di instaurazione del rapporto di lavoro. Infine, un 63enne messinese che dovrà espiare una pena definitiva di 2 anni e 8 mesi per reati di vario genere è stato rintracciato e sottoposto alla detenzione domiciliare.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.