Condividi

Stefano Parisi apre la campagna di Sicilia: a Messina strappa D’Alcontres a Salvini e flirta con De Luca

lunedì 3 Luglio 2017

Stefano Parisi irrompe sullo scenario politico siciliano e prova a inserirsi nella contesa di novembre per le Regionali. L’ex delfino di Silvio Berlusconi sta cercando in queste ore di mettere insieme i pezzi del puzzle per comporre nell’isola la lista “Energie per l’Italia” e, dopo aver dichiarato il suo sostegno alla candidatura di Nello Musumeci, adesso è la volta delle prime adesioni all’orizzonte. A Messina Parisi punta, tra gli altri, sul chirurgo Francesco Stagno d’Alcontres, ex deputato di Forza Italia e attualmente docente presso il Dipartimento di Patologia Umana dell’adulto e dell’età evolutiva “Gaetano Barresi” dell’Università di Messina. D’Alcontres, dopo quattro elezioni alla Camera con l’allora compagine forzista, adesso cerca una nuova sfida nell’ambito dei moderati di centrodestra.

Su di lui c’era stato sino ai giorni scorsi il “corteggiamento” dell’amico Nino Beninati, che ha appena aderito al movimento Noi con Salvini. Ma Stagno D’Alcontres alla fine non ha voluto sposare la causa di Salvini, non ha mai nascosto di non essere convinto del progetto e adesso è pronto a rientrare in politica nel gruppo politico di Parisi. E nella lista di Parisi potrebbe confluire anche il leader di “Sicilia Vera”, Cateno De Luca, l’ex deputato regionale ed ex sindaco di Santa Teresa di Riva, che veniva dato ad un passo dall’adesione a Forza Italia ma che, a quanto pare, sarebbe ora vicino ad un accordo con “Energie per l’Italia”. Un indizio in tal senso arriva anche dall’annuncio a sorpresa dato da De Luca nel recente fine settimana, quando ha comunicato che alle Regionali sarà candidato anche il suo braccio destro, Danilo Lo Giudice, neosindaco di Santa Teresa di Riva che nel comune ionico ha preso proprio il posto di De Luca con la sua “benedizione” politica. La strategia sembra quella di candidarsi e candidare anche Lo Giudice per aumentare il quoziente voti complessivo della lista.

Dopo essere entrato rapidamente nel cuore di Silvio Berlusconi e, però, altrettanto velocemente, esserne uscito, Parisi vede nella Sicilia la terra promessa per dare linfa alla sua campagna d’autunno, che lo dovrebbe portare, nei mesi successivi, ad avere una configurazione politica nazionale. E in questo percorso la Sicilia potrebbe rappresentare l’appuntamento chiave per rispondere agli scetticismi di chi non crede che l’ex delfino del Cavaliere possa conquistare un numero significativo consensi e voti. Al momento la certezza è quella di voler sostenere Musumeci “perchè ha una storia politica e anche personale e familiare, che lo avvicina molto alla gente. Ha fatto per due mandati l’amministratore della Provincia di Catania, ha dimostrato di essere all’altezza della situazione e potrà esserlo anche da Governatore”. Il Comandante in capo è stato scelto, adesso è aperta la caccia ai nuovi pretoriani per alimentarne il percorso.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.