Condividi

Teatro, in scena “Biancaneve”: viaggio tra le pieghe dell’inconscio e la fiaba | VIDEO

venerdì 11 Ottobre 2019

Guarda il video in alto

Tra sogno, fiaba e rappresentazione teatrale è andato in scena, nella sala Strehler del Biondo, l’unica replica di “Biancaneve“, manifesto artistico della compagnia Teatro del Carretto.

Lo spettacolo, infatti, risale al 1983 e da allora ha girato il mondo attraversando numerose nazioni,  riscuotendo sempre grande successo (si contano oltre 2500 repliche – ndr); e avendolo visto si capisce facilmente il perchè.

In un grande mobile di legno sono custoditi spazi, personaggi, attori e scenografia in quello che si può definire un delizioso scrigno di “artigianato rappresentativo” e che rappresenta le camere dell’inconscio.

BIANCANEVE

Tratto dal testo di Jacob e Willhelm Grimm si racconta la ben nota fiaba di Biancaneve ma con un serie di accorgimenti tecnico stilistici che rendono la pièce uno spettacolo non solo per bambini ma anche, o forse soprattutto, per gli adulti che vogliono ancora sognare, anche dentro un teatro.

Attori e personaggi della fiaba compaiono tutti da questo mobile che li ospita: la prima a comparire è una dama, dalle delicatissime movenze, che imbastisce con i suoi gesti le trame iniziali della storia della piccola Biancaneve.

Nei diversi passaggi della storia vengono fuori la perfida matrigna, la piccola Biancaneve, il cacciatore, i sette nani e, ovviamente, il principe in un gioco di scale dimensionali in cui a volte la matrigna è umana e spunta sul palcoscenico e altre è in forma di marionetta e si dimena nelle irreprensibili sequenze di Giacomo Vezzani e Giacomo Pecchia, in perfetto equilibrio con gli attori, bravissimi, Anna Solinas e Ian Gualdani.

Estremamente poetici, poi, i nani nei quadri del lavoro in miniera o, nella versione più grande, nella fila indiana che spunta da dietro le quinte.

A completare, infine, questo piccolo quadro narrativo, che ben si colloca tra il viaggio interiore, il sogno e il lavoro teatrale, sono la voce fuori campo e le bellissime musiche, evocative e suggestive; scene e costumi sono di Graziano Gregori, adattamento e regia di Maria Grazia Cipriani.

Lo spettacolo è andato in scena all’interno del cartellone della quinta edizione del Festival Teatro Bastardo.

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Caruso: “La coalizione gode di ottima salute, al lavoro per gestire le criticità dell’Isola” CLICCA PER IL VIDEO

Ospite della puntata di oggi è Marcello Caruso, segretario regionale di Forza Italia e componente della segreteria nazionale

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.