Condividi

Ylenia continua a difendere l’ex, “Alessio mi ama, è stato un altro”

martedì 10 Gennaio 2017
Ylenia e Alessio
Ylenia e Alessio

«Se uno ti ama non ti può fare questo. Non è stato lui». E poi quello che le ha gettato la benzina addosso e poi ha appiccato il fuoco «era molto più alto di me, capelli lunghi, robusto», invece «il mio ragazzo è molto più basso di me e senza capelli».

Ylenia, la 22enne ricoverata a Messina per ustioni nel 13% del corpo, in un’intervista alla Gazzetta del Sud, continua a difendere Alessio, 25 anni, fermato dalla Procura per tentativo di omicidio pluriaggravato. Per la polizia e i magistrati è stato lui a darle fuoco. «Ero andata a ballare, con amici – ricostruisce – ero un pochettino ubriaca e quando sono tornata a casa ho sentito bussare alla porta». Ha aperto senza chiedere chi fosse: «Ho pensato a un amico» e poi «ho una telecamera». Ed è allora che è scattata l’aggressione da parte di un uomo che «aveva un cappuccio, cioè una calza, ma si vedevano i capelli: mi ha spinto, sono caduta a terra, e ha versato il liquido». Prima di tornare a casa aveva incontrato Alessio che le ha «pure regalato un po’ di soldi, mi ha baciato, eravamo tranquilli». Per Ylenia, lui si è presentato in Questura per dire «io non scappo, sono qua».

E su chi possa averla aggredita ipotizza: «C’è tanta gente invidiosa: ho perso parecchi chili, e uomini e donne sono rimasti… male, ora dicono: “Guarda che è bella”». Poi ricostruisce un episodio avvenuto 4 anni fa: qualcuno ha versato benzina sotto la porta di casa: «Ho denunciato, ma non si è mai scoperto chi è stato, e non stavo con Alessio. La persona che mi ha aggredito – è convinta – ora è in libertà e chi è innocente è dentro…».

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.