Condividi

West Nile, Asp Trapani: “Nessun focolaio, ma avviata sorveglianza sanitaria”

martedì 4 Ottobre 2022

Il commissario straordinario dell’Asp di Trapani, Vincenzo Spera, oggi, martedì 4 ottobre 2022, ha illustrato i provvedimenti di sorveglianza sanitaria e profilassi della malattia provocata dal virus West Nile e non solo.

Alla conferenza hanno partecipato il direttore sanitario f.f. Carlo Gianformaggio, il direttore del Dipartimento di Prevenzione, Francesco Di Gregorio, il direttore dell’UOC Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina Preventiva, Gaspare Canzoneri, il direttore UOC Malattie Infettive, Pietro Colletti, il direttore UOC Servizio Igiene Allevamenti e Produzioni Zootecniche Roberto Messineo, il dirigente veterinario Angelo Perniciaro.

L’ALLARME

Dopo la morte dell’Artista Momò Calascibetta a Marsala, si è ritenuto necessario fare chiarezza e dare delle indicazioni sia in ambito umano che animale per il territorio.

L’Asp ha sottolineato, in primo luogo, che attualmente sono 600 i casi in tutta Italia, e che quello di Marsala è l’unico in Sicilia e si tratta di un contagio avvenuto all’estero.

“Nella provincia di Trapani, il virus c’è o c’è stato, perché abbiamo trovato anticorpi in alcuni cavalli e galline, ma al momento non ci sono casi; quindi, il virus non sta circolando“, hanno detto i vertici dell’Asp.

Inoltre “Sono state intraprese rapidamente tutte le misure di sorveglianza sanitaria, sia umana che per quanto riguarda gli animali, anzi soprattutto animali perché il vettore è la zanzara. La cosa che rassicura è che non ci sono ulteriori casi, per cui non possiamo parlare neppure di un focolaio, ma di un caso sospetto”, ha aggiunto il direttore dell’Uoc Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina Preventiva, Gaspare Canzoneri.

LA TRASMISSIONE

Al momento, gli esperti, hanno evidenziato che la trasmissione della malattia non avviene da persona a persona, ma nella quasi totalità dei casi attraverso le punture di zanzare infette e che non esistono né vaccini né cure specifiche e che, quando si giunge al ricovero, le terapie prescritte sono a sostegno dell’organismo, in attesa che il sistema immunitario sconfigga l’infezione.

I SINTOMI

La maggior parte delle persone infettate non ha sintomi. Possono comparire in alcuni casi e per qualche giorno: mal di testa, febbricola, nausea, vomito e linfonodi ingrossati.

sintomi più gravi si presentano in media in meno dell’1% delle persone infette e sono: febbre alta, forti mal di testa, debolezza muscolare, disorientamento, tremori, disturbi alla vista, torpore, convulsioni, paralisi e coma.

Alcuni effetti neurologici possono essere permanenti. Nei casi più gravi (circa 1 su mille) il virus può causare un’encefalite letale e danni a livello neurologico, come nel caso dell’artista scomparso.

LE RACCOMANDAZIONI

Spera ha sottolineato che la sorveglianza sulle malattie trasmesse da virus presenti nell’avifauna è una delle attività standard del Servizio Veterinario dell’ASP.

Ai Comuni della provincia saranno fornite una serie di indicazioni per quanto riguarda le modalità e i tempi delle attività di disinfestazione che andranno fatte nei mesi di marzo/aprile per debellare le larve delle zanzare. L’attività di sorveglianza della ASP si estende anche alle donazioni sangue (potenzialmente infetto) e di organi.

Ai cittadini è raccomandato di fare prevenzione casalinga, in particolar modo evitando la creazione di ristagni d’acqua, luoghi ideali per la proliferazione delle zanzare. E’ consigliato inoltre, soprattutto ad anziani e immunocompromessi, ad adottare tutte quelle misure utili per non farsi pungere dalle zanzare: repellenti, zanzariere, spray a base di piretro o altri insetticidi per uso domestico.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.