Condividi
La protesta

In migliaia in piazza a Barcellona Pozzo di Gotto: “Ridateci l’ospedale”

venerdì 2 Dicembre 2022

Centinaia di persone in piazza a Barcellona per salvare l’ospedale Cutroni Zodda e chiederne il ritorno ai tempi pre- Covid, presidio fondamentale a tutela della salute di una vasta area territoriale.

Durante la pandemia l’ospedale era diventato struttura Covid ma le fasi successive sono state contraddistinte da tagli e rischi di chiusura. Oggi in piazza sono scesi cittadini, sindacati, amministratori, politici, associazioni per chiedere l’intervento della Regione a tutela del nosocomoio. In prima fila decine di sindaci del comprensorio, fianco a fianco con i cittadini. Secondo gli organizzatori sono scesi in strada quasi 4 mila persone.

Nei giorni scorsi il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, Pinuccio Calabrò, aveva incontrato l’assessore regionale alla Sanità, Giovanna Volo, rappresentando la gravissima situazione del Cutroni Zodda (leggi qui) chiedendo invece “la piena attuazione della pianificazione contenuta nella rete ospedale regionale, che inquadra il presidio barcellonese come ospedale di base, ed in tutta la normativa nazionale e regionale in materia di servizio sanitario pubblico; a tutela della salute dei cittadini del comprensorio necessita che vengano attivate nei tempi più brevi tutte le unità operative previste per il Cutroni Zodda, con particolare riguardo all’area dell’emergenza-urgenza”.

L’assessore Volo ha garantito l’avvio della ricognizione delle strutture sanitarie del territorio, per determinare i fabbisogni  e quindi indicare i correttivi più opportuni.

Sulla questione erano intervenuti anche Cgil e Spi Sicilia: Francesco Lucchesi, della segreteria regionale Cgil e la segretaria generale dello Spi Sicilia Maria Concetta Balistreri hanno ribadito che  “Barcellona Pozzo di Gotto non può fare a meno di un presidio territoriale importante come l’ospedale”.

Anche la Cisl ha sottolineato l’importanza del presidio per tutto il comprensorio. “L’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto -scrive Cisl Messina sui social- è un presidio fondamentale per tutto il comprensorio. La manifestazione di oggi porta in piazza tutti per ribadire alla Regione la necessità di una riapertura”.

Il Covid di fatto ha comportato la perdita dell’ospedale di base, del Pronto soccorso e dei reparti fondamentali.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Palermo, Settecannoli e riqualificazione della Costa Sud: tra speranze, progetti, degrado e impegno civico CLICCA PER IL VIDEO

Nuova tappa del viaggio de ilSicilia.it tra i quartieri di Palermo alla rubrica “La città chiama…”. Questa volta è il turno di Settecannoli, nella seconda circoscrizione, in cui ricade il lungomare della Costa Sud di Palermo. L’intervista a Sergio Oliva.

BarSicilia

Bar Sicilia, Cracolici: “La mafia ha scelto forme diverse per infiltrarsi nei territori”

Nel nome di Falcone, di Borsellino e dei simboli dell’Antimafia che hanno saputo essere esempio e testimonianza, Cracolici riassume l’attività svolta dal suo insediamento alla guida della commissione sino a oggi

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.