Condividi
la dichiarazione

Allarme finte navi russe oceanografiche tra Taormina e Siracusa. Mulè: “Sono monitorate e sotto osservazione”

giovedì 27 Ottobre 2022

Si torna a parlare delle navi russe nel Mediterraneo, in particolar modo del sottomarino nucleare russo avvistato qualche mese fa davanti le acque della Sicilia. A fare maggiore chiarezza sull’argomento è stato l’ex sottosegretario della Difesa Giorgio Mulè.

Presente questa mattina ad Agorà, su Rai 3, il deputato forzista ha spiegato come da tempo il sottomarino, che si muoverebbe tra Taormina e Siracusa sia continuamente monitorato. “Si muove ma sa di essere costantemente seguito, monitorato – ha dichiarato –, grazie ad un sistema di rilevamento di osservazione che fa la nostra marina militare insieme alle nostre forze armate“. Le navi, ha specificato, si trovano in acque italiane in quanto aree internazionali.

Guarda, osserva, prova la nostra capacità di reazione, un po’ come fanno i caccia russi con i nostri aerei caccia che sono per esempio in Polonia: vanno a ridosso del confine con la Polonia, fanno alzare i nostri aerei e misurano in quanto tempo arrivano, se sono armati, quanto sono armati, poi virano e vanno via. Lo stesso fanno i sottomarini. Noi abbiamo osservato dal 24 febbraio navi fintamente oceanografiche russe che stavano davanti la Sicilia per prendere e rubare dati. Chissà com’è che una nave di ricerca arrivata ad un certo punto invece di andare al centro di ricerca vada a finire a Kaliningrad, dove c’è esattamente la base militare. Questo perché era una finta nave oceanografica“.

Mulè ha poi rassicurato che “aereonautica, marina ed esercito in ogni momento, e con tutta l’intelligence, sanno esattamente quello che avviene, con un sistema di risposta che è in grado, non di affrontare una minaccia che non c’è, ma, di sapere esattamente dove sono, cosa fanno, con chi parlano e chi vedono“.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Catania, truffa sui carburanti: 13 indagati e sequestro beni da 25 milioni CLICCA PER IL VIDEO

I sequestri sono stati eseguiti nelle province di Catania, Palermo, Enna, Catanzaro e Reggio Calabria. L’indagine, condotta dalle unità dei gruppi Tutela finanza pubblica del nucleo Pef della Guardia di finanza di Catania e Operativo regionale antifrode dell’Adm ha riguardato due distinti gruppi.

BarSicilia

Influenza, Covid e nuovi virus: a Bar Sicilia tutti i consigli dei professori Corrao e Vitale CLICCA PER IL VIDEO

Tra i professori inseriti nella World’s Top 2% Scientist, la graduatoria planetaria delle scienziate e degli scienziati con livello più elevato di produttività elaborata dalla Stanford University, ci sono anche Salvatore Corrao, Professore di Medicina Interna dell’Università di Palermo e Capo Dipartimento di Medicina Clinica dell’Arnas-Civico di Palermo e Francesco Vitale, Professore ordinario di Igiene…

La Buona Salute

La Buona Salute 60° puntata: Re.O.S. – Rete Oncologica Siciliana

La 60^ puntata de La Buona Salute è dedicata al progetto REOS, la rete oncologica siciliana, una realtà ormai concreta e una eccellenza siciliana per le patologie tumorali

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.