Condividi

Almaviva Palermo, l’ira della Slc Cgil: “Il tavolo di confronto è unitario per legge”

mercoledì 20 Giugno 2018
Maurizio Rosso
Maurizio Rosso

La Slc Cgil non ci sta a proseguire la trattativa relativa al call center Almaviva di Palermo da sola e contesta la convocazione di un tavolo di confronto con l’azienda separato dagli altri sindacati. Operazione ritenuta illegittima dal punto di vista normativo, oltre che scorretta sul piano delle relazioni sindacali. La spaccatura si era consumata lunedì scorso nell’ambito dell’ennesimo incontro presso l’Assessorato regionale alle attività produttive per evitare il licenziamento di 724 lavoratori.

Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni in quell’occasione si erano dette indisponibili a proseguire il percorso insieme alla Slc Cgil, dicendo di essere stanchi di assistere “a improbabili sceneggiate da chi rappresenta questa organizzazione”, a proposte “prive di concretezza” e “decontestualizzate dalle condizioni reali in cui si trova Almaviva Palermo. Nel corso della vertenza la Slc si è più volte rifiutata di siglare qualsiasi accordo senza prima ottenere investimenti da parte di Almaviva Contact sul sito di Palermo. Da qui la richiesta di continuare il confronto separatamente e la convocazione di due tavoli per il 26 giugno prossimo, uno di mattina e l’altro di pomeriggio.

Un duro colpo al quale la Slc ha risposto ieri in serata con un lettera inviata all’Assessorato, al Comune di Palermo, all’azienda e alle altre sigle sindacali, spiegando che “la separazione dei tavoli può avvenire esclusivamente per le delegazioni di Segreteria Territoriali ma non per le Rsu. Secondo quanto sancito dalla legge – continua la nota – e dagli accordi interconfederali, il collegio Rsu è unico e unitario e non può essere separato”.

Se così stanno le cose, quindi, l’assessorato, che in questa vicenda svolge il delicato compito di mediatore, sarebbe costretto a convocare l’Slc al tavolo che si terrà martedì mattina. Una situazione che potrebbe riaccendere i dissidi interni ad un fronte diviso, che invece avrebbe bisogno dell’unità per tutelare al meglio i lavoratori.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Il prefetto di Agrigento e Arpa: “Collaboriamo per garantire l’ordine delle discariche in Sicilia” CLICCA PER IL VIDEO

Una riunione operativa con lo scopo di chiarire quali sono gli eventuali interventi da suggerire alla Regione per agevolare la rimozione dei pericoli per l’ambiente

BarSicilia

Bar Sicilia a Torre del Faro (ME): “Ecco il Ponte che verrà” CLICCA PER IL VIDEO

Maurizio Scaglione e Giuseppe Bianca con Bar Sicilia sono a Torre del Faro dove, insieme al presidente dell’ordine degli architetti Giuseppe Falzea e un altro tecnico messinese, l’ingegnere Peppe Palamara, illustrano tutto quello che verrà per quanto riguarda la parte tecnica e le premesse logistiche sui luoghi nella vicenda che riguarda il ponte sullo Stretto…

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.