Condividi
Inaugurazioni

Centro medico sportivo UniMe, l’ex Rettore Navarra replica a Cuzzocrea

giovedì 30 Marzo 2023

Ieri le dichiarazioni del Rettore Salvatore Cuzzocrea per l’inaugurazione del Centro medico sportivo UniMe: “Questa è quella vera, perchè quella del 2015 era da Scherzi a parte, mancava l’autorizzazione dell’Asp”, con una stilettata al suo predecessore Navarra (qui). Che puntualmente oggi ha replicato.

Non posso nascondere la sorpresa nell’avere letto le dichiarazioni del prof. Cuzzocrea in occasione della riapertura del Centro-Medico sportivo- scrive l’ex Rettore Pietro Navarra– Non mi stupisce certo il fatto che, ancora una volta, abbia voluto dedicare un pensiero al precedente governo dell’Ateneo di cui lui stesso – giova sempre ricordarlo – faceva parte, né sono risultate inattese le sue accuse come al solito gratuite e frutto di ricostruzioni parziali, ma sicuramente non mi attendevo che arrivasse a dimostrare un simile livello di sfrontatezza. Per chiarezza, ricostruisco i fatti. Il Centro-Medico sportivo inaugurato nel 2015 era un centro autonomo di spesa dell’Ateneo, la cui responsabilità gestionale era demandata ai vertici amministrativi e sanitari della struttura. L’amministrazione da me guidata aveva varato il progetto del Centro, che era stato approvato da parte dell’ASP (Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Ambienti di Vita UO Igiene Edilizia Pubblica e Privata). A quel punto, l’Ateneo aveva messo strutture e tecnologia – ribadisco, con il nulla osta dell’autorità competente – a disposizione di professionisti esperti in materia sanitaria. Tra questi, il Direttore Sanitario che aveva il compito di vigilare, segnalare e risolvere eventuali criticità, reali e potenziali nello svolgimento ed erogazione dell’attività medica. Dispiace apprendere che l’assenza dell’autorizzazione sanitaria del Dipartimento di Prevenzione UOC SIAV Controllo e Vigilanza dell’Asp non sia stata debitamente segnalata da chi aveva allora la responsabilità del regolare funzionamento del Centro sotto l’aspetto sanitario che, ancora oggi, però, vedo tra i protagonisti accanto al Rettore. Nel momento in cui, pertanto, quest’ultimo ha parlato della precedente gestione (di un Centro che, lo ricordo e sottolineo, aveva una sua autonomia), piuttosto che rivolgere lo sguardo a favore di telecamere e riservare le sue parole ai precedenti vertici dell’Ateneo, avrebbe dovuto girarsi verso chi era al suo fianco…”.

Fin qui la replica sul caso del Centro sportivo. Poi Navarra prosegue rilanciando la palla: “Per quanto attiene al rispetto delle regole di cui il prof. Cuzzocrea ha parlato, poi, mi auguro – come cittadino e docente di questa Università – che chi di dovere faccia presto chiarezza sulle gravi e circostanziate censure che l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha mosso all’Ateneo di Messina in merito agli affidamenti per oltre 30 milioni di euro che l’amministrazione universitaria ha deliberato poco più di un anno fa. Una oscura vicenda, le cui eventuali pesanti responsabilità emergono drammaticamente dalla lettura della delibera Anac numero 184 del 5 aprile del 2022″.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Boom di fumatori post Covid, Vitale: “Aumentate insicurezze sociali” CLICCA PER IL VIDEO

Più di 300 milioni di persone in tutto il mondo fumano e un terzo degli adolescenti è oggi consumatore di sigarette tradizionali e/o di sigarette elettroniche.

BarSicilia

Bar Sicilia, Raoul Russo zittisce il pettegolezzo: “Matrimonio solido tra FdI e Schifani” CLICCA PER IL VIDEO

Partito da Roma, arriva a Bar Sicilia Raoul Russo, intervistato da Maurizio Scaglione e Maria Calabrese. Il senatore palermitano, che siede tra le fila del partito di Giorgia Meloni, è stato nominato come componente della Commissione bicamerale Antimafia.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.