Condividi

Droga, custodia cautelare per sette palermitani

giovedì 21 Dicembre 2017
droga

I carabinieri hanno eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti di sette persone, 3 in carcere, uno ai domiciliari e 3 obblighi di dimora, emessa dal Gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della Procura, accusate di traffico di sostanze stupefacenti.
In carcere sono finiti i palermitani Giuseppe Piombino, 33 anni, Angelo Rizzuto, 34 anni, Calogero Rizzuto, 65 anni. Ai domiciliari Alessandro Rizzuto, 27 anni. I tre soggetti raggiunti dall’obbligo di dimora sono Ignazio Aliotta, 38 anni,Vito Santangelo, 38 anni, Carmelo Francesco Arizzi 41 anni.

L’indagine denominata “Diva” prende il nome dal pitbull di Giuseppe Piombino che lo accompagnava quando spacciava.

Una volta il giovane aveva redarguito l’animale: “Diva, a quelli che portano soldi non ci devi abbaiare”.
Nel corso dell’inchiesta iniziata nel dicembre del 2015 sono stati sequestrati un chilo e 100 grammi di hashish, 400 grammi di marijuana e 20 grammi di cocaina.

Piombino era il punto di riferimento di piccoli pusher che si andavano a rifornire in casa del giovane anche se questo era agli arresti domiciliari.
Le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di San Lorenzo, guidata da Andrea Senes, hanno permesso di accertare che a spacciare erano anche minorenni: i pusher, infatti, durante la ricreazione, si avvicinavano davanti alle scuole dove prendevano accordi con i giovanissimi ragazzi, tutti tra i 16 e i 18 anni. Era proprio Piombino l’anello tra i pusher e i trafficanti. Proprio lui, come ricostruito dai carabinieri, si andava a rifornire per quanto riguarda l’hashish a Falsomiele da Vito Santangelo, mentre la marijuana l’acquistava da Carmelo Francesco Arizzi, soprannominato Franky u’mericanu per la sue origini, visto che è nato a New York. Per quanto riguarda la cocaina i canali di approvvigionamento sarebbero controllati da
Calogero Rizzuto insieme ai due figli Angelo e Alessandro.

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, Lagalla: “La ‘Santuzza’ offre a Palermo la motivazione per dare di più” CLICCA PER IL VIDEO

Il primo cittadino di Palermo ricorda l’importanza del 400° festino e al di là della valenza storica, coglie ancora una volta di più l’occasione e l’opportunità per motivare i palermitani ad essere persone e cittadini migliori.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.