Condividi
La situazione

Palermo, continuano i disservizi nella raccolta rifiuti. Rap: “Mancanza di personale e calo nell’efficienza dei mezzi le cause”

mercoledì 5 Giugno 2024
rap

Mancanza di personale e calo nell’efficienza dei mezzi sarebbero le cause dei disservizi nella raccolta dei rifiuti a Palermo. Lo rende noto la Rap che informa che con il supporto di 4 squadre si sta intervenendo a raggiera nelle postazioni più critiche.

Questo pomeriggio una squadra sta operando allo Zen 2. Ieri, in turno notturno, sono state definite le postazioni di in via San Martino, via Portello, via Celona, in via Pandora, via Antigone , via Aiace; via Conte Federico (da via Giafar ai campi di calcetto e da via Giafar a via Brancaccio), piazza Giuseppe Bandi (traversa di via Conte Federico), via Brancaccio postazione Padre Puglisi , via Favier (postazione sotto il ponte Giafar).

Sono in programma per oggi interventi in via Carlo del Prete, via Margifaraci, via Francesco Baracca (zona Boccadifalco), via Palumbo (zona Boccadifalco), via Mattei, via Jack London, via Salgari, via Lanza di Scalea, via Perpignano bassa da viale Regione Siciliana a piazza P.pe di Camporeale, via Perpignano alta da viale Regione Siciliana a via Savonarola, via Savonarola, via Portello da definire, parte alta di via Perpignano, via Pergusa, via Gela, via Palmerino da viale Regione Siciliana a piazza Turba, corso Pisani, via Lorenzo Ingria, via Dotto, via Carmelo Onorato da corso Pisani a Corso Calatafimi.

Nel corso di una riunione, infine, il management della società ha annunciato il potenziamento dell’officina con maggiori uomini e turni di apertura, il potenziamento dei servizi logistici compreso l’apertura degli impianti carburanti, sia nella sede di Ingham che di Partanna, l’incremento del personale della raccolta notturna attraverso un trasferimento temporaneo di una decina di operai e il prolungamento dei doppi itinerari di raccolta grazie alla proroga concessa dalle organizzazioni sindacali fino al 10 giugno.

 

La nota del sindacato Fp Cgil Palermo

 

La Fp Cgil Palermo, in una nota ufficiale, sollecita l’assunzione degli operatori ecologici alla Rap per colmare immediatamente i disservizi dell’azienda nella raccolta e scongiurare una nuova emergenza rifiuti. Le graduatorie finali per le assunzioni dei 315 nuovi dipendenti sono state già pubblicate a maggio ma ancora le assunzioni vengono rimandate.

“Chiediamo che partano subito i primi 106 e che a seguire vengano chiamati al lavoro anche gli altri dichiarano Andrea Gattuso, segretario Fp Cgil Palermo e Riccardo Acquado, responsabile aziendale Fp Cgil Palermo L’assunzione degli operatori ecologici deve avvenire con la massima urgenza, non può essere più posticipata, specie alla luce dell’ennesima crisi dei rifiuti in città che è sotto gli occhi di tutti e che dipende dalla carenza di personale”.

La Rap ha perso oltre circa 900 dipendenti dal 2013 a oggi, 60 unità in meno in media all’anno, provenienti soprattutto dai settori operativi. “Questo comporta che alle esigue forze in campo da diverso tempo vengano attribuiti maggiori carichi di lavoro, con l’ausilio di progetti di produttività e degli straordinariaggiungono Gattuso e AcquadoDa un lato, le maestranze sono soddisfatte nel ricevere uno stipendio più robusto con le somme che, in buona parte, potevano essere attribuite alle nuove assunzioni. Dall’altro, gli stessi lavoratori faticano a non potere usufruire dei riposi e delle ferie, ponendo a rischio la propria incolumità psicofisica”.

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

“Sicilia ad Assisi”, l’evento che unisce la Regione e la Chiesa per offrire l’olio sulla tomba di San Francesco CLICCA PER IL VIDEO

La Sicilia è stata scelta per offrire l’olio che alimenta la lampada votiva che arde giorno e notte ad Assisi, sulla tomba di San Francesco, patrono d’Italia. Si è svolta proprio questa mattina a Palazzo d’Orléans, a Palermo, l’incontro con il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani e il sindaco di Palermo Roberto Lagalla.

BarSicilia

Bar Sicilia, Giovanni Arena Cavaliere del lavoro: una storia siciliana

Una storia siciliana. Di quelle importanti. Per la semplicità con cui partono e il traguardo che raggiungono, ma soprattutto per il modo in cui avvengono.

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.