Condividi

Palermo, Filoramo (PD): “Italia Viva? Atto vile. Lavoriamo al Comune oggi e domani”

martedì 20 Aprile 2021

“Professionisti nel far cadere i governi, pensavano di ripetere a Palermo l’esperienza romana”. E’ un giudizio durissimo quello espresso dal Segretario del Pd di Palermo, Rosario Filoramo. Nel bersaglio, Italia Viva e la crisi innescata a Palazzo delle Aquile.

Per Filoramo, gli esponenti renziani sarebbero fuggiti dalle proprie responsabilità per rifarsi una verginità dimenticando 4 anni di scelte condivise con l’Amministrazione targata Leoluca Orlando. “Inoltre – continua Filoramo – la relativa proposta di includere la Lega nella coalizione che guida la città è da rispedire al mittente. Il progetto della Lega è distante anni luce dai nostri valori e il PD è e rimane alternativo alla destra antieuropeista”.

In queste ore il Partito Democratico, che a Palazzo delle Aquile conta la presenza di due esponenti, torna protagonista del dibattito politico cittadino e si apre a due prospettive diverse. La prima, riguarda l’oggi. Per i democratici sarebbe finalmente arrivato un segnale di svolta da parte del Sindaco. “Oggi– dice il Segretario- è possibile un cambio di passo che porti a fine consiliatura. Nessun muro, ma una politica improntata al dialogo e all’accoglienza che riesca in tempi brevi a portare a casa risultati importanti. Cimitero, differenziata , opere pubbliche e interventi contro il dissesto idrogeologico senza lasciarsi sfuggire le opportunità del Recovery Fund”.

Sul domani, quindi rispetto alle prossime elezioni comunali del 2022, tutto si muove per creare un asse con le forze progressiste nello schema impostato a livello nazionale dal segretario Pd, Enrico Letta. Un ruolo importante dovranno svolgerlo il sindaco uscente, Leoluca Orlando che darà il suo contributo captando e ampliando le forze centriste. In secondo luogo, molto dipenderà dal nuovo Movimento Cinque Stelle che dovrebbe dare maggiori garanzie rispetto al passato, essendosi trasformato e istituzionalizzato nel tempo.

Per il resto, l’auspicio del Pd è che il Consiglio comunale, si dia da fare per attuare cambiamenti decisivi e che i nuovi assessori vengano scelti tra gli esponenti migliori della città. Nessun aumento della Tari, un nuovo Piano Triennale delle opere pubbliche e un Piano Regolatore soddisfacente. “Senza questi segnali dice Filoramo alle attuali condizioni, i palermitani verrebbero a cercare i consiglieri con i forconi“.

Quanto al Pd, Filoramo assicura che è “un partito unito: non ci sono i dem buoni e quelli cattivi, questo è un giochino da nulla. E sul possibile candidato a sindaco del centrosinistra dice: “Non abbiamo Maradona, ma siamo l’Atalanta. Come Pd offriremo due nomi alla coalizione, un uomo e una donna”.

 

 

 

Questo articolo fa parte delle categorie:
Condividi
ilSiciliaNews24

Decreto “svuota-carceri”, Pino Apprendi: “L’urlo dei detenuti, che la pena sia umana” CLICCA PER IL VIDEO

Con Pino Apprendi, garante dei detenuti del Comune di Palermo abbiamo analizzato e valutato in base all’esperienza delle carceri palermitane il Dl 92/2024, approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 luglio 2024 in risposta all’emergenza carceraria.

BarSicilia

Bar Sicilia, estate tutta da vivere a Giardini Naxos: turismo, eventi, cultura, arte CLICCA PER IL VIDEO

Con gli assessori comunali di Giardini Naxos Fulvia Toscano e Ferdinando Croce scopriamo sorprese ed eventi di un’estate da boom di turisti

La Buona Salute

La Buona Salute 63° puntata: Ortopedia oncologica

La 63^ puntata de La Buona Salute è dedicata all’oncologia ortopedica. Abbiamo visitato l’Ospedale Giglio di Cefalù, oggi punto di riferimento nazionale

Oltre il Castello

Castelli di Sicilia: 19 ‘mini guide’ per la sfida del turismo di prossimità CLICCA PER IL VIDEO

Vi abbiamo accompagnato tra le stanze di 19 splendidi Castelli di Sicilia alla scoperta delle bellezze dei territori siciliani. Un viaggio indimenticabile attraverso la storia, la cultura, l’enogastronomia e l’economia locale, raccontata dai protagonisti di queste realtà straordinarie.